Fortitudo, Daniel si presenta ma tiene banco il blocco del mercato


Nel giorno della presentazione di Ed Daniel, nuovo centro della Fortitudo, continua a tenere banco la sospensione del mercato degli stranieri inflitta dalla FIBA. L’11 settembre il verdetto, ma c’è ottimismo

– di Massimo Righi –

L'avvocato Mattia Grassani, segue la difesa della Fortitudo (ph. dagospia.com)

L’avvocato Mattia Grassani, segue la difesa della Fortitudo (ph. dagospia.com)

Si terrà l’11 settembre l’udienza d’appello contro la sanzione che la FIBA ha inflitto alla Fortitudo che concerne il blocco dei tesseramenti per i giocatori stranieri. Già, al plurale, perché il provvedimento non ha colpito solo Jonte Flowers, come sembrava in un primo momento, bensì anche Ed Daniel, nonostante l’anno scorso militasse nel campionato italiano. C’è comunque un cauto ottimismo in casa Fortitudo riguardo l’incresciosa vicenda, confidando che la tesi difensiva dell’avvocato Grassani possa spuntarla in quel di Monaco fra due settimane. I due americani saranno tesserati qualche giorno prima dell’inizio del campionato, qualora dalla sentenza arrivassero buone nuove, fermo restando che si potrà ancora fare ricorso e coltivare ulteriori speranze in caso invece di giudizio negativo. Dalla società nel frattempo non ci sono preoccupazioni esagerate, soprattutto per quanto riguarda la tempistica dei ricorsi, coi dirigenti e i legali sicuri di dimostrare che fra la Fortitudo di Sacrati e quella attuale non c’è alcun collegamento. Di qui a due settimane circa, si saprà come andrà a finire questa spiacevole vicenda.

Ed Daniel durante un allenamento al PalaDozza

Ed Daniel durante un allenamento al PalaDozza

Ieri intanto, nella sede di Lavoropiù, uno degli sponsor della Fortitudo, è stato presentato il centro americano Ed Daniel, che si è presentato ai microfoni affiancato dal direttore sportivo Davide Lamma, e dal direttore generale Christian Pavani che ha esordito così, introducendo il giocatore: “Daniel è un giocatore voluto fortemente da Boniciolli; aveva richieste importanti in serie A, ma ha accettato la sfida ed è sceso di categoria. E’ un giocatore molto interessante e lo sta già dimostrando in allenamento”. Queste invece le parole di Daniel: “Sono felice di essere qui. Sto iniziando a conoscere la città e sto cercando di migliorare il mio italiano. Il lavoro con Boniciolli è intenso, mi spinge e mi stimola: con lui cercherò di migliorare soprattutto in fase offensiva dove devo trovare più soluzioni per attaccare il canestro. In generale ci stiamo preparando bene, finita la pre season diminuiremo l’intensità degli allenamenti. Siamo un buon gruppo e se giocheremo di squadra potremo fare molta strada. Sto venendo a Palazzo per allenarmi in bicicletta, perché abito vicino: è la prima volta che mi capita una cosa del genere! Quando ero a Pistoia, Galanda e Moretti mi parlavano spesso di Bologna”. La settimana prossima sarà il turno di Flowers.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *