Fortitudo forza cento, Jesi spazzata via


La Fortitudo sbanca Jesi vincendo 87-100 con Flowers sugli scudi con 25 punti. Senza Raucci si è mosso bene Italiano, così come Candi e Amoroso si sono rivelati determinanti

– di Massimo Righi –

Jonte Flowers, autore di 25 punti contro Jesi (ph. Fortitudo)

Jonte Flowers, autore di 25 punti contro Jesi (ph. Fortitudo)

La Fortitudo corre verso i playoff e la vittoria contro Jesi per 87-110 è un primo mattone impostato in questa volata finale che potrebbe dare un senso ad una stagione complicata e ricca di imprevisti. Un successo firmato soprattutto da Flowers che con i 25 punti a referto ha mandato un messaggio chiaro su quello che è il suo recente stato di forma, confermando una certa continuità nelle ultime uscite. Bene anche Candi (20 punti con 3/4 da tre) e Amoroso che pare in crescita dopo i problemi fisici, autore di 13 punti.

Si parte e la Fortitudo mostra molto più dinamismo che mira e infatti sotto le plance, gli ospiti dimostreranno una migliore prontezza di riflessi. Dopo le prime fasi di gioco, Flowers arma il braccio e inizia a bombardare dalla distanza, centrando il cesto per quattro volte di fila tramortendo i marchigiani sin troppo blandi in marcatura. Anche Amoroso carbura e si rivela prezioso, tanto che si arriva al primo gong con la Effe a comandare per 15-28. Ma si desta Jesi e grazie soprattutto a capitan Santiangeli piazza un 16-0 spaventoso che manda i suoi avanti di un punto, con la Fortitudo che si sbriciola azione dopo azione fra sciocchezze e falli sprecati. Il momento di impasse però svanisce ed è grazie a Daniel che Bologna si rimette in partita. Con il suo contributo Bologna torna con il naso avanti chiudendo avanti all’intervallo per 38-44.

La ripresa è lieta per la Fortitudo, che trova in Italiano un ottimo terminale offensivo bravo nel sopperire alla mancanza di Raucci risultando decisivo per mantenere alta la guardia. Bologna corre ma Jesi non sta a guardare e rosicchia punti anche grazie ad un break che porta i marchigiani a -4, la freddezza di Carraretto dall’arco permette però di ripristinare un vantaggio che a fine terzo quarto è di 9 lunghezze, 61-70 per la Effe. Nell’ultimo mini tempo la truppa di Boniciolli torna a colpire da lontano come ad inizio gara e con l’ausilio di un Candi in forma smagliante che porta punti decisivi per la fuga. Jesi risponde come può con i soliti ma la Fortitudo vola via con altre triple da parte di Flowers che gonfia il bottino personale. Si corre tanto e il punteggio si alza, tanto che gli ospiti chiudono proprio a quota 100, con i padroni di casa fermi ad 87. E domenica prossima al PalaDozza c’è Recanati.

Jesi 87: Greene 10, Hunter 18, Paci 7, Santiangeli 27, Gueye 19, Battisti, Scali, Maganza 6, Moretti, Schiavoni, Picarelli, Ciampaglia. All. Lasi

Fortitudo 100: Daniel 11, Candi 20, Montano 9, Amoroso 13, Flowers 25, Rovatti, Quaglia, Campogrande, Sorrentino 8, Carraretto 5, Italiano 9. All. Boniciolli

Classifica: Treviso, Mantova 40, Brescia 36, Roseto, Imola 34, Ravenna, Trieste, F. Bologna 30, Verona, Treviglio 28, Ferrara 26, Chieti 22, Legnano 18, Jesi 16, Recanati 14, Matera 6

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *