Fortitudo forza cinque, battuta anche Crema


La Fortitudo vince dominando Crema e raggiunge quota 18 punti in classifica dopo 5 vittorie consecutive. La squadra è matura e Vandoni non nasconde la soddisfazione

– di Massimo Righi –

Matteo Montano, 16 punti per lui oggi (ph. Fortitudo.it)

Matteo Montano, 16 punti per lui oggi (ph. Fortitudo.it)

La Fortitudo si sbarazza di Crema con sin troppa semplicità e porta a cinque la sua serie di vittorie consecutive. Finisce 89 a 65 per la Effe che pare aver trovato quell’identità e quella serenità che latitavano; forse serviva solo un po’ di pazienza e la presa di coscienza dei propri mezzi da parte del gruppo di Vandoni, che ieri ha avuto in Montano e Raucci i suoi uomini di grido, nonostante gli avversari non siano mai veramente riusciti ad entrare in partita.

Ed è proprio il giovane Montano a mostrare la propria buona vena sin da subito, infilando canestri e dannandosi l’anima per recuperare palloni che, con la collaborazione di una squadra che attorno a lui gira a meraviglia, porta subito Bologna avanti nettamente con gli ospiti ad annaspare senza riuscire a reagire alle incursioni biancoblù se non dalla lunga distanza. Al primo break la Effe comanda di sette lunghezze. Le polveri fortitudine non si bagnano anzi, si innescano con niente e l’attacco ingrassa il bottino viaggiando su percentuali altissime e mandano a segno praticamente tutti, al punto che al momento del the la Fortitudo comanda a +17, chiudendo a 47-32.

Nella ripresa, Bologna riparte dal bombardamento lasciato in sospeso, mentre Crema sparisce via via dalla partita spegnendo quel barlume di speranza che potrebbe rianimare la partita. Il terzo quarto si può leggere come una chiusura anticipata, mentre tutti gli uomini di Vandoni partecipano al banchetto incassando punti su punti. Al 30’ la Fortitudo regna 70-47. Nell’ultimo quarto, si gioca perché si deve, dal momento che la gara è in ghiaccio ormai da tempo. La gente se la gode perché Bologna vince facile (una volta tanto) e c’è spazio per una grande festa che il palazzo inscena, acclamando ogni giocatore e coach Vandoni. Si chiude sull’89-65.

Le parole di coach Vandoni: “Abbiamo portato tutti a referto, abbiamo tirato bene ma dobbiamo migliorare ai liberi. Siamo costanti a rimbalzo, ma perdiamo qualche pallone di troppo; ciononostante, abbiamo difeso bene durante tutta la gara ed abbiamo rischiato meno di quello che pensavo. Voglio ringraziare il pubblico che avevo chiamato; ci hanno sostenuto dal primo all’ultimo minuto e li ringrazio personalmente. Abbiamo vinto alla grande ed i ragazzi si sono anche divertiti. Questa è una squadra, si vede sotto tanti punti di vista: ci sono 10 giocatori e non uno che fa la differenza”.

Fortitudo Eternedile, 89: Candi 5, Valentini 9, Lamma 10, Grilli ne, Iannilli 7, Samoggia 10, Montano 16, Sorrentino 9, Mancin 3, Raucci 20. All. Vandoni

Crema, 65: Zanella 10, Del Sorbo 11, Tagliaferri 5, Tardito 4, Manuelli 7, Dedda, Persico 2, Colnago 13, Cardellini 8, Ferri 5. All. Baldiraghi

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *