Fortitudo subito corsara ad Agrigento


La Fortitudo sbanca Agrigento per 67-74 in gara 1 dei quarti di finale e mette sulla buona strada la propria serie. Purtroppo si teme il peggio per Flowers, uscito per un infortunio alla caviglia

– di Massimo Righi –

Jonte Flowers si è infortunato e probabilmente la sua stagione è compromessa (ph. Fortitudo)

Jonte Flowers si è infortunato e probabilmente la sua stagione è compromessa (ph. Fortitudo)

La Fortitudo inizia alla grande i quarti di finale vincendo ad Agrigento per 67-74. La differenza l’ha fatta la precisione della Effe da 3 punti, visto il 50% con il quale hanno tirato gli uomini di Boniciolli. Grande applicazione e concentrazione, così la Fortitudo ha vinto ribaltando il fattore campo in terra siciliana. Nella gioia del successo si registra però l’infortunio occorso a Jonte Flowers, la cui stagione pare seriamente compromessa.

I padroni di casa iniziano un po’ contratti ma la Fortitudo non castiga e così Agrigento piazza un break per tentare la fuga con tripla mortifera di Evangelisti. Bologna non ci prende e inizia a barcollare, Agrigento pressa e mette punti di distacco che alla prima sirena sono ben 8 per il 18-10 al primo gong. Gli ospiti però si riprendono dalle folate offensive siciliane e approfittano anche del lieve calo di Agrigento, che continua comunque a fare la voce grossa sotto canestro. Fatto sta che i siciliani non scappano e Bologna rientra con un ottimo Daniel che guida un parziale micidiale di 10 punti che rimette la Effe in partita, impattando 36-36 al tè.

Agrigento sembra sempre tenere in mano il pallino del gioco, almeno per buona parte del terzo quarto. La Fortitudo però c’è e combatte nonostante i padroni di casa infilino il canestro continuamente tornando a +6. Flowers e Amoroso trascinano i compagni verso la rimonta e le 7 bombe segnate dai due lasciano il segno. Il divario dai siciliani si assottiglia e alla terza sirena Bologna è sotto solamente di 2, precisamente 53-51. Pian piano la Fortitudo rosicchia le distanze e con Amoroso arrivano due triple pesanti. A 5’ dalla fine però si rompe Flowers, con la caviglia che si gira e lo costringe ad uscire anzitempo. Sotto le plance non si va, anche perché da dietro all’arco va dentro tutto anche da Montano, poi Agrigento sussulta e arriva al -2 con orgoglio ma Amoroso e Candi spazzano via tutto con altri 5 punti e Bologna si porta a casa la partita. Sipario sul 67-74, 1-0 Fortitudo Bologna e appuntamento a martedì per la seconda sfida.

Agrigento 67: De Laurentiis 2, Eatherton 14, Evangelisti 9, Martin 13, Piazza 12, Mascolo 2, Morciano, Mortellaro 6, Saccaggi 9, Vai, Visentin. All. Ciani

Fortitudo 74: Daniel 11, Candi 8, Raucci 3, Flowers 14, Italiano 4, Rovatti, Quaglia 2, Campogrande, Montano 12, Sorrentino 3, Carraretto 4, Amoroso 13. All. Boniciolli

Agrigento-Fortitudo 0-1: 67-74

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *