Forze fresche per il Bologna, Bigon tratta anche Fathi


Il profilo dei potenziali innesti del Bologna è chiaro: giovani ed affamati. Da Nagy a Gnoukouri, da Di Francesco a Kleinheisler fino all’egiziano Fathi

– di Marco Vigarani –

In attesa di sbloccare magari qualche risorsa ulteriore grazie ad una cessione più o meno illustre, il Bologna non resta con la mani in mano e continua a setacciare il mercato italiano ed internazionale a caccia di profili abbastanza definiti. Il nuovo ds rossoblù Riccardo Bigon ha infatti evidentemente scelto di andare a cercare come primi innesti per la rosa felsinea alcuni ragazzi giovani ed affamati di una consacrazione che potrebbe passare proprio da un’esperienza all’ombra delle Due Torri. Si tratta di storie e profili estremamente diversi che meritano uno sguardo più approfondito.

Cheick Keita (ph. Twitter)

Cheick Keita è stato il terzino sinistro titolare dell’Entella nell’ultima stagione (ph. Twitter)

La voglia di affermarsi nella massima categoria dopo aver dimostrato grandi qualità nell’ultima Serie B è la caratteristica che accomuna certamente tre ragazzi con ruoli e storie diverse come Federico Di Francesco (1994), Bruno Petkovic e Cheick Keita. Il primo in particolare è ormai nel mirino da diverso tempo dopo la grande annata in un Lanciano però retrocesso in Lega Pro e costretto a cedere il suo gioiellino ed il Bologna sta provando a bruciare sul tempo e senza appoggi la concorrenza di grandi club italiani, in primis la Juventus che però potrebbe poi anche cederlo in prestito. Su Petkovic (1994) c’è invece da vincere le resistenze del Trapani che vorrebbe monetizzare al massimo la cessione del suo centravanti reduce da un’annata da 8 gol ed altrettanti assist: si è sparato alto (almeno pubblicamente) addirittura a 10 milioni di richiesta ma evidentemente le trattative avranno basi più credibili. Molto interessante anche il profilo di Keita (1996) ovvero uno delle rivelazioni dell’ultima stagione con la maglia dell’Entella. Il giovanissimo terzino sinistro è stato titolare inamovibile ed ora è nel mirino di numerosi club italiani come Napoli e Roma ma anche stranieri, su tutti il Leicester.

Assane Gnokouri (ph. Zimbio)

Il Bologna vorrebbe acquistare a titolo definitivo il centrocampista Assane Gnoukouri (ph. Zimbio)

Reagire dopo un’annata storta vissuta da comparse già nel mondo della Serie A è invece il denominatore che unisce due centrocampisti che sono resi ancor più appetibili dalla carta d’identità che li colloca ancora nella categoria Under 21. Bryan Cristante (1995) era considerato già alcuni anni fa come un talento assoluto tanto da meritarsi l’esordio anche in Champions League con il Milan ed il conseguente approdo in prima squadra dopo diversi anni di giovanili. Il Benfica lo ha prelevato nel 2014 per 6 milioni di euro ma non ha praticamente mai puntato su di lui mandandolo anche in prestito negli ultimi sei mesi al Palermo che a sua volta gli ha concesso solo pochi minuti di campo: evidentemente l’investimento va rivalutato ed il prestito al Bologna potrebbe essere la soluzione giusta per tutti. Ha bisogno di giocare con continuità anche Assane Gnoukouri (1996) che in queste settimane viene proposto dall’Inter come parziale contropartita in diversi tavoli di trattativa nonostante le grandi speranze riposte in lui nei mesi scorsi. In questo caso il Bologna avrebbe però fatto un passo ulteriore rispetto ad ogni altra concorrente proponendo un acquisto a titolo definitivo immediato magari per agevolare anche una risoluzione con i nerazzurri della situazione di Crisetig.

Mostafa Fathi (ph. Yahoo)

Per l’egiziano Mostafa Fathi è stata avanzata una proposta di prestito con obbligo di riscatto (ph. Yahoo)

Infine uno sguardo all’estero, altro importante territorio di caccia dello staff di Bigon. Sappiamo già da qualche giorno del forte interesse per due ragazzi attualmente impegnati con l’Ungheria nell’avventura di Euro 2016: si tratta del mediano Adam Nagy (1995) e del fantasista Lazlo Kleinheisler. In particolare sembrerebbe più facile percorrere la strada che porta al primo visto che la dirigenza del Ferencvaros, club che ne detiene il cartellino fino al 2018 ha aperto la porta ad una cessione nel corso dell’estate (“Le possibilità che resti con noi sono davvero minime, siamo pronti a cederlo nel periodo di trasferimento estivo” sono le parole di un dirigente). Per Kleinheisler (1994), acquistato solo lo scorso gennaio dal Werder Brema, il percorso sembra invece più difficile a causa della forte convinzione del club tedesco nelle potenzialità del ragazzo. Il Bologna ha invece già formulato un’offerta di prestito con obbligo di riscatto per Mostafa Fathi (1994), esterno offensivo egiziano dello Zamalek: il ragazzo ha già collezionato in carriera 71 gare da professionista ma in questo caso c’è da vincere la resistenza della società proprietaria del cartellino. Stando a quanto affermato dall’agente del giocatore, il club avrebbe risposto chiedendo 4-5 milioni per una cessione a titolo definitivo bloccando così anche le legittime ambizioni di Fathi.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *