Gabbiadini beffa Viviano, Moras re degli autogol


Tra gli ex rossoblù in Italia spicca la prestazione di Gabbiadini anche se con la complicità di Viviano. Gol anche per Gilardino e Cruz Armada mentre Moras sbaglia ancora porta. Assist per Di Gennaro e Paponi

– di Marco Vigarani –

Pessima prestazione per Viviano, portiere della Sampdoria (ph. Zimbio)

Pessima prestazione per Viviano, portiere della Sampdoria (ph. Zimbio)

Se il Napoli ha battuto la Sampdoria e rimesso nel mirino il secondo posto deve ringraziare principalmente Manolo Gabbiadini che nel posticipo di domenica non solo ha segnato un gol (il dodicesimo dell’anno in A) ma regalato anche un assist vincente. In realtà è proprio il passaggio per Higuain la vera perla della sua prestazione visto che la rete è stata propiziata da un errore banale del portiere blucerchiato Emiliano Viviano che si è fatto sfuggire il pallone sotto il corpo. Prima rete dopo il ritorno dalla Cina invece per Alberto Gilardino nella disfatta interna della Fiorentina che ha visto tra i peggiori in campo l’altro ex rossoblù Diamanti. Il vero flop di giornata in Serie A però è ancora una volta Vangelis Moras che realizza il secondo autogol stagionale, fortunatamente ininfluente per il risultato finale. Da segnalare invece le buone prestazioni di Britos, Costa e Radovanovic (quasi assist per lui).

Davide Di Gennaro, regista del Vicenza (ph. Corriere dello Sport)

Tre pali nelle ultime quattro gare per Di Gennaro (ph. Corriere dello Sport)

Non arriva invece nessuna rete dagli ex rossoblù attualmente in Serie B ma ci va ancora una volta vicino Davide Di Gennaro del Vicenza che centra il terzo palo su punizione delle ultime quattro gare ma poi da corner trova l’assist decisivo per il gol della vittoria. Altra ottima prestazione anche per il compagno Manfredini nella retroguardia veneta così come brilla il livornese Vantaggiato pur non trovando la via del gol. Buon impatto sulla gara anche per Frara del Frosinone mentre invece restano ancora una volta a guardare in panchina sia Stojanovic che Capello. In particolare stupisce come l’ex attaccante delle giovanili rossoblù, passato dall’Inter con una valutazione insolitamente alta e chiesto da Zeman in estate a Cagliari, non riesca a trovare spazio neanche nel Varese ormai agonizzante all’ultimo posto del campionato.

Lo spagnolo Juan Cruz Armada del San Marino (ph. TuttoCalciatori.net)

Lo spagnolo Juan Cruz Armada del San Marino (ph. TuttoCalciatori.net)

Passando invece alla Lega Pro ritroviamo tra i goleador un difensore che in stagione ha già infilato la palla in rete cinque volte: si tratta dello spagnolo Juan Cruz Armada che nel San Marino sconfitto a Reggio Emilia ha fornito un’ottima prestazione come esterno mancino di centrocampo. Importante anche l’apporto di Paponi che a dieci minuti dal termine ha spizzato un pallone trasformato in gol da un compagno per il pareggio 1-1 dell’Ancona contro il Pisa. Si guadagnano la sufficienza anche Yaisien all’Arezzo ed il veterano centrocampista Luca Ardito, classe 1977, tornato da due settimane ad indossare la fascia di capitano del Como dopo un lungo infortunio. Parlando invece di attaccanti, si sta rivelando fallimentare l’esperienza di Della Rocca a Novara ma soprattutto quella di Veratti alla Spal dove gioca appena una manciata di minuti dopo quasi cinque mesi in tribuna.

 

TOP FLOP
Gabbiadini – sono già dodici i gol in Serie A nella stagione della definitiva consacrazione per l’attaccante di scuola Atalanta Viviano – protagonista di una bella annata a Genova, il portiere ha vissuto una serata disgraziata contro il Napoli
Gilardino – con la Fiorentina privata di quasi tutti gli attaccanti della rosa, lui risponde presente con il primo gol dal ritorno in Italia Moras – secondo autogol in due settimane per il greco che deve dimostrare maggiore concentrazione per meritare la conferma in Serie A
Juan Cruz – nato terzino, lo spagnolo ha giocato spesso centrale della difesa a tre ma ha già trovato il modo di segnare cinque gol Capello – che fine ha fatto il giovane prospetto che sembrava destinato a diventare uno degli attaccanti più forti in Italia?
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *