Gabbiadini e Ramirez: sogni che resteranno nel cassetto


In un mercato ancora all’inizio, il Bologna può già accantonare due potenziali ritorni. Quelli di Manolo Gabbiadini e di Gaston Ramirez

– di Marco Vigarani –

Siamo solo a metà giugno ed il calciomercato estivo ha ancora la possibilità di svilupparsi in mille direzioni differenti proponendo soluzioni attualmente anche impensabili. La speranza dei tifosi del Bologna è ovviamente che anche il club rossoblù riesca a mettere a segno qualche colpo importante magari di livello medio alto in grado di far sognare la tifoseria. Negli ultimi giorni si sono diffusi proprio i nomi di due atleti molto apprezzati nella loro parentesi rossoblù e successivamente seguiti con affetto nel proseguimento delle rispettive carriere: Manolo Gabbiadini e Gaston Ramirez. In entrambi i casi però non sussistono assolutamente le condizioni per pensare ad un ritorno.

Manolo Gabbiadini insegue una maglia per Euro 2016 (ph. Zimbio)

Manolo Gabbiadini ha perso il treno per Euro 2016 con un anno da riserva a Napoli (ph. Zimbio)

Per quanto riguarda l’attaccante del Napoli va sottolineato ancora una volta il profondo legame tra il ragazzo e la città di Bologna in cui si trovano sia la moglie che il primogenito oltre ad una tifoseria che lo ha sempre apprezzato, stimato e coccolato. Sono tante le ragioni per le quali un ritorno di Gabbiadini sarebbe accolto con grande favore da tutti ma purtroppo ce ne sono ancora di più per le quali questo secondo matrimonio non si potrà celebrare. Il Napoli è ormai consapevole della necessità di cedere la punta che, in un anno vissuto da comparsa, ha perso la possibilità di venir convocato per Euro 2016 ed ora chiede a gran voce di poter giocare con continuità ed esprimere ormai a 25 anni tutto il suo potenziale. Sulle tracce di Gabbiadini ci sono da tempo numerose squadre estere ed ovviamente anche alcuni club della Serie A particolarmente bisognosi di una scossa come Lazio e Milan ma ad ogni interlocutore il presidente napoletano De Laurentiis oppone una richiesta minima di 20 milioni di euro per l’acquisto del cartellino. Evidentemente il Bologna non può permettersi tale esborso e probabilmente, stante il budget limitato e già programmato fino al 2018, non potrà farlo neanche nel prossimo futuro. Va precisato poi che Bigon non ha poi alcuna intenzione di utilizzare il baby fenomeno Diawara come pedina di scambio per ottenere l’attaccante già visto in rossoblù nella stagione 2012/13 nonostante il forte interesse del Napoli per il centrocampista.

Sei reti in 10 gare per Ramirez con la maglia del Middlesbrough (ph. Daily Echo)

I tifosi del Middlesbrough chiedono a gran voce la permanenza di Gaston Ramirez ma c’è un problema burocratico (ph. Daily Echo)

Il discorso relativo a Gaston Ramirez è decisamente più complesso così come meno univoca è la reazione della tifoseria al suo ricordo: talento cristallino in rossoblù ma poi spesso fermo ai box e soprattutto già riavvicinato ad un potenziale ritorno senza successo. La trattativa per una nuova avventura a Casteldebole è stata particolarmente calda nello scorso mercato di gennaio tanto da indurre sia Di Vaio che Donadoni a comporre il numero di telefono del ragazzo e testarne le motivazioni per una nuova esperienza in Serie A. In particolare il tecnico ha ammesso di stimare le doti tecnico-tattiche di Ramirez ed anche in base a queste parole il nome del fantasista uruguaiano è stato nuovamente accostato al Bologna nelle ultime settimane. Oggi il giocatore è in attesa di una nuova collocazione dopo aver esaurito il periodo di sei mesi al Middlesbrough ed essersi svincolato dal Southampton ma le offerte non gli mancano. I tifosi del Boro lo vorrebbero confermare dopo la promozione in Premier League ma anche club cinesi e messicani si sono attivati per avere almeno informazioni sulle richieste di ingaggio e durata del nuovo contratto. Il Penarol lo potrebbe liberare dal precontratto firmato a gennaio ma il Middlesbrough non è attualmente sicuro di potergli procurare un nuovo permesso di lavoro visto che proprio la firma con il club uruguagio rappresenta un ostacolo per la legge inglese al pari dei 18 mesi di assenza dalla selezione di Tabarez (un permesso automatico viene rilasciato a chi partecipa almeno al 30% di gare con la Nazionale). In ogni caso il Bologna non sembra essere in alcun modo interessato ad effettuare un nuovo tentativo per lui.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *