Genoa-Bologna 0-1, le pagelle


A Genova tocca ancora a Mirante salvare il Bologna prima che Rossettini si prenda la vittoria. Pessima prestazione di Diawara, Gastaldello, Destro e Mounier 

– di Marco Vigarani –

Mirante, incolpevole sui due gol

Mirante ancora protagonista per il Bologna

Mirante 8 – Fenomenale in almeno tre occasioni, blinda la porta del Bologna con un’altra grande prestazione che conferma la bontà della scelta compiuta in estate. La vittoria è il premio più bello per lui.

Rossettini 6 – Nel primo tempo fa apparire Laxalt come un fenomeno, gli regala praterie sulla fascia ma il gol bellissimo e decisivo salva la sua prestazione e regala tre punti fondamentali ed insperati ai rossoblù.

Oikonomou 6 – Il Bologna non affonda sui buchi di Gastaldello grazie ai suoi salvataggi che dimostrano una crescita interessante nelle doti di leadership anche nel massimo campionato.

Gastaldello 4,5 – Prima ancora che l’infortunio lo costringesse a lasciare il campo, commette diverse ingenuità che comportano gravi rischi per il Bologna: su tutte una che consente a Pandev di concludere liberamente. Dal 46′ Ferrari 5 – Il suo ingresso non migliora la situazione sulla fascia destra a causa di qualche sua ingenuità.

Di Vaio presenta Rossettini (ph. Bologna)

Il gol salva la prestazione di Rossettini (ph. Bologna)

Morleo 5,5 – Torna in campo e ritrova la fascia di capitano, si impegna in copertura e risulta sicuramente più positivo dei dirimpettai ma deve arrendersi ai crampi. Dal 70′ Mbaye 6 – Entra per ricoprire un ruolo non suo e tutto sommato non demerita applicandosi con generosità.

Taider 5,5 – Non offre adeguata copertura sulla fascia destra perché troppo impegnato a dare man forte al peggiore Diawara della stagione. Di fatto l’algerino gioca per due ma non brilla mai.

Diawara 4,5 – Si è capito dal primo istante che il Bologna avrebbe avuto problemi in mezzo al campo. Il baby mediano è disastroso in entrambe le fasi del gioco e conclude con un’espulsione davvero ingenua che permetterà di rilanciare Crisetig.

Brienza 5,5 – Costretto a restare in campo sicuramente più a lungo del previsto dagli infortuni, soffre il fisico degli avversari ma ha il merito di essere sempre pericoloso nell’esecuzione dei calci piazzati.

Anthony Mounier in conferenza stampa

Anthony Mounier ha fallito un gol a porta vuota

Mounier 5 – Prestazione davvero scialba per il francese che sparisce per poi ricomparire solo nel finale con un clamoroso errore a porta vuota che testimonia il suo momento difficile dopo un avvio super.

Destro 5 – Netto passo indietro per il centravanti del Bologna che non fa quasi mai i movimenti giusti per dare un senso alla fase offensiva della squadra. A sua discolpa va detto che l’andamento della gara lo porta ad essere isolato.

Rizzo 6 – Il migliore del Bologna almeno finché resta in campo, protagonista di una splendida galoppata che lo toglie dai giochi. Dal 30′ Brighi 5,5 – Entra per dare solidità alla mediana rossoblù che però resta troppo spesso in balia degli attacchi liguri.

Donadoni 5,5 – La gara prende una piega molto diversa dalle aspettative del tecnico rossoblù. A centrocampo il Genoa domina a lungo, l’attacco del Bologna è palesemente improduttivo, ma l’incornata vincente di Rossettini toglie le castagne dal fuoco regalando tre punti d’oro che portano i felsinei a quota 19.

Genoa 5 – Buona prestazione per dinamismo e quantità di gioco, ma nel momento decisivo non arriva il colpo vincente a premiare gli sforzi del collettivo. I cambi non incidono ed in particolare Perotti è una vera e propria sciagura.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *