Genoa-Bologna: tutti i numeri della sfida


Sfida storica tra Genoa e Bologna con gli emiliani che hanno statisticamente bisogno di due reti per espugnare Marassi. Destro esordì proprio con il Grifone mentre Donadoni durò appena un’estate

– di Marco Vigarani –

Adailton fu mattatore nel 2013 con una tripletta (ph. Ansa)

Adailton fu mattatore a Marassi nel 2010 con una tripletta (ph. Ansa)

Il rossoblù non è l’unico tratto in comune tra Genoa e Bologna che rappresentano due realtà storiche del calcio italiano, tra le più gloriose e vincenti della prima metà del secolo scorso. I precedenti disputati allo stadio Ferraris vedono in vantaggio i padroni di casa che si sono imposti in 17 occasioni su 40 gare mentre gli emiliani hanno vinto soltanto 11 volte. L’ultimo colpo in trasferta risale ad un rocambolesco 3-4 del 2010 ma per trovare un altro precedente in Serie A bisogna risalire addirittura fino al 1977 e ripercorrendo questa lunga vicenda emerge un dato interessante: statisticamente il Bologna deve segnare almeno due gol per avere speranze di vincere in casa del Genoa. Ecco i tabellini relativi agli ultimi sei scontri:

2013/14, 4 maggio 2014, 0-0
2012/13, 6 gennaio 2013, 2-0 (Borriello, Borriello)
2011/12, 18 dicembre 2011, 2-1 (Rossi, Ramirez, Pratto)
2010/11, 10 novembre 2010, 1-0 (Milanetto)
2009/10, 28 febbraio 2010, 3-4 (Suazo, Buscè, Sculli, Adailton, Suazo, Adailton, Adailton)
2008/09, 30 novembre 2008, 1-1 (Sculli, Di Vaio)

Gol all'esordio per Destro al Genoa (ph. Zimbio)

Gol all’esordio per Destro al Genoa nel 2010 (ph. Zimbio)

La sfida odierna vedrà impegnati un buon numero di ex soprattutto tra le fila bolognesi a partire dal bomber Mattia Destro che esordì in Serie A proprio con la maglia del Genoa nel 2010 collezionando in quella prima stagione 16 presenze e 2 gol in compagnia di Franco Zuculini che però vide il campo in appena 4 occasioni. Robert Acquafresca disputò 10 gare con il Grifone tra gennaio e giugno 2011 segnando 2 reti mentre invece Diego Laxalt vestì per 15 gare la maglia felsinea nel 2013/14  andando a segno 2 volte. Il club manager emiliano Marco Di Vaio poi passò proprio dal Genoa al Bologna nel 2008 dopo 44 gare e 12 reti in una stagione e mezzo mentre risalendo all’estate 2003 si scopre che Roberto Donadoni fu il tecnico dei liguri per appena tre mesi: ingaggiato ad inizio luglio, venne poi esonerato ad inizio settembre dopo tre sconfitte. A proposito di allenatori, Gian Piero Gasperini è nettamente in vantaggio nei confronti del collega (4 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta) ma è in rosso nelle sfide contro il Bologna (4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte). Anche Donadoni non ha un record positivo nella storia delle sue gare contro il Genoa (2 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte).

Ricordiamo infine che l’arbitro odierno sarà Marco Di Bello, nato a Brindisi nel 1981 ed esordiente in Serie A nel 2012, che finora ha diretto 31 partite nella massima serie con due soli precedenti con il Genoa (1 vittoria e 1 sconfitta) ed appena uno con il Bologna: la vittoria per 1-0 sul Cagliari al Dall’Ara dell’aprile 2012.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *