Genoa, Milan e Bologna: il mercato premia con i gol


Oltre il 70% delle reti di Genoa, Milan e Bologna è arrivato da nuovi acquisti estivi. In generale il mercato della Serie A sembra risultare uno dei più prolifici del calcio europeo

– di Marco Vigarani –

L'esultanza di Mounier per il suo primo gol, contro il Frosinone... (ph. Zimbio)

Anthony Mounier, autore di tre gol nel Bologna (ph. Zimbio)

Con quasi un terzo di campionato alle spalle ed un girone d’andata che ha già offerto numeri significativi, si può ora iniziare a valutare l’impatto dei nuovi acquisti arrivati nel corso del calciomercato estivo sull’andamento dei club di riferimento. Un calciatore può essere utile in tanti modi diversi alla sua squadra ma per usare un parametro oggettivo si può usare quello più classico: il gol ed in particolare la percentuale di realizzazioni a firma di nuovi arrivi rispetto al totale della squadra di appartenenza. Esaminando i dati della Serie A ad esempio si nota subito che soltanto nove squadre hanno ottenuto più del 50% dei gol complessivi dai piedi degli innesti scelti in estate e che addirittura sono soltanto tre i casi in qui tale percentuale sale oltre il 70% determinando quindi un impatto di assoluto rilievo. Al top troviamo il Genoa che tocca addirittura il 75%, seguito dal Milan del prolifico Bacca con il 73,3% e già al terzo posto troviamo il Bologna che, come sappiamo, ha compiuto una vera e propria rivoluzione dell’organico dopo la promozione in Serie A. Le reti dei nuovi acquisti rossoblù contribuiscono per il 72,7% al bottino complessivo con 8 su 11 così suddivise: tre per Mounier, due per Giaccherini ed una a testa per Destro, Brienza e Donsah. Ovviamente ci si aspettava qualcosa di più dall’ex romanista ma fortunatamente alcuni compagni hanno aiutato a non sentire troppo la mancanza dei suoi gol ed in particolare le cinque reti delle ultime due gare hanno contribuito ad alzare la percentuale del Bologna.

Ben Arfa ha già realizzato 7 gol nel Nizza (ph. Icon Sport)

Ben Arfa ha già realizzato 7 gol nel Nizza (ph. Icon Sport)

La tendenza italiana che vede ben tre squadre superare il 70% risulta piuttosto positiva se paragonata con i maggiori campionati europei che spesso si fermano a quote ben più basse con casi estremi come la Germania in cui 17 club su 20 non raggiungono nemmeno il 50% di reti realizzate dagli atleti acquistati nell’ultima finestra di calciomercato. Esistono però casi di fortissimo impatto da parte dei nuovi arrivati tanto sulla classifica marcatori quanto sull’andamento stagionale come accaduto in Francia sia al neopromosso Angers (75%) che al Nizza (70,4%) capace di rianimare l’ex grande promessa Ben Arfa: entrambe le squadre non solo guidano la speciale graduatoria in Ligue 1 ma ora sono in piena zona Europa League. Purtroppo però non sempre aver trovato sul mercato un buon bottino di reti può garantire una stagione serena come dimostra l’Aston Villa, primo in questo ambito in Inghilterra con il 70% ma ultimo in classifica e già distante addirittura cinque punti dalla quota salvezza. Restando in ambito internazionale, non se la passa particolarmente bene neanche il Malaga, quartultimo in Spagna, che però deve esclusivamente ad acquisti estivi il suo magro bottino stagionale di 5 marcature. E le grandi squadre? Per un Barcellona fermo allo 0% ed un Real poco distante, si segnala il 68,8% della Juventus grazie soprattutto alla prolificità di Dybala.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *