Giaccherini più lontano, City su Donsah e Diawara


Prime voci di mercato che riguardano il Bologna con Giaccherini pronto a tornare al Sunderland ed il City di Guardiola interessato sia a Donsah che a Diawara

– di Marco Vigarani –

Diawara (ph. Zimbio)

Il City potrebbe offrire fino a 15 milioni per Amadou Diawara (ph. Zimbio)

Anche se il nome più caldo a Bologna attualmente è quello del tecnico Roberto Donadoni che ha una richiesta da parte della Federazione per tornare ad allenare la Nazionale, iniziano a circolare anche le prime voci su possibili addii nel corso della prossima estate. Evidentemente si tratta di speculazioni più o meno fondate che però trovano terreno fertile in un club che ha segnato un’altra perdita di 16 milioni di euro da ripianare ed in cui non esistono attualmente reali certezze sull’allenatore e sul direttore sportivo ai quali affidare il prossimo futuro. Chiaramente il presidente Saputo ha le potenzialità economiche per decidere di versare il denaro necessario senza ricorrere a sacrifici in termini di giocatori, ma dopo tante spese sostenute in un solo anno di attività non sarebbe biasimabile se avallasse una cessione importante con la speranza che il responsabile dell’area tecnica (Corvino o il suo successore) riesca ad individuarne il giusto rimpiazzo. In tema di cessioni eccellenti ed in particolare di giovani atleti messi in mostra in questi mesi, arrivano dall’Inghilterra le indiscrezioni del Daily Mirror che inserisce i rossoblù Amadou Diawara e Godfred Donsah nella lista dei desideri consegnata da Pep Guardiola alla dirigenza del Manchester City, suo futuro club. In particolare risulta che i britannici possano arrivare ad offrire ben 15 milioni di euro per il primo garantendo una robusta plusvalenza al Bologna mentre invece sull’ex Cagliari va ricordato il rapporto privilegiato con la Juventus.

Giaccherini ha aperto le marcature con uno splendido mancino (ph. Schicchi)

Giaccherini ha già segnato sei gol nella stagione in corso (ph. Schicchi)

Non si parla però soltanto di cessioni ma anche di mancati rinnovi ed in particolare della situazione di Emanuele Giaccherini, esterno offensivo che sta vivendo in rossoblù una nuova giovinezza. Sei gol ed un ruolo chiave nel Bologna di Donadoni gli hanno permesso di tornare anche stabilmente in Nazionale e di guardare con fiducia alla possibilità di disputare l’Europeo. Fino a poche settimane fa sembrava che il suo riscatto in estate da parte del club felsineo potesse essere se non una formalità almeno un’operazione decisamente alla portata ma invece poche ore fa il suo agente Furio Valcareggi si è mostrato decisamente più cauto. “Emanuele il 30 giugno ritorna al Sunderland – ha detto al portale LaLazioSiamoNoi – per vivere quello che sarebbe l’ultimo anno di contratto. Con il Bologna c’è un prestito secco per cui questo trasferimento sarà automatico. Da lì in poi si aprirà uno scenario nuovo a 365 giorni dal termine di scadenza del suo rapporto con gli inglesi che potrebbero concedere ad un acquirente un costo più accessibile ma senza fare regali. Non hanno bisogno di soldi quindi non cederanno alle tentazioni di chi rimarca la scadenza come una possibile perdita di bilancio. La Lazio? È un club importante, fra i primi d’Italia e rientra nel novero delle grandi. Dunque chi non ci giocherebbe?“. Non va dimenticato che l’agente di Giaccherini è amico di vecchia data dell’attuale ds felsineo Corvino e che inevitabilmente un suo allontanamento da parte del Bologna potrebbe complicare notevolmente un’eventuale trattativa per la permanenza del giocatore in rossoblù.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *