Giak fa volare l’Italia! Il Belgio è schiantato


Un gol di Giaccherini apre la strada all’esordio vincente dell’Italia a Euro 2016. Nel finale Pellè raddoppia ed il Belgio è ko: qualificazione ipotecata

– di Marco Vigarani –

CI ha pensato Giaccherini a sbloccare la gara tra Belgio ed Italia (ph. Zimbio)

CI ha pensato Giaccherini a sbloccare la gara tra Belgio ed Italia (ph. Zimbio)

L’avventura a Euro 2016 non poteva iniziare in modo migliore per l’Italia ma soprattutto per i tifosi del Bologna che hanno esultato due volte per il primo gol azzurro nella manifestazione siglato da Emanuele Giaccherini. È stato infatti il centrocampista (ex?) rossoblù a sbloccare una gara tesa che l’Italia è riuscita ad indirizzare minuto dopo minuto sui binari più congeniali della battaglia e delle ripartenze. Superata la prima mezzora di blanda sofferenza più psicologica che concreta, la squadra di Conte ha mostrato segnali di reazione sfruttando il gioco sugli esterni ed un 3-5-2 efficace nell’impedire al Belgio l’ingresso nell’area di rigore di Buffon anche se piuttosto sterile nella coppia offensiva Eder-Pellè. Al 32′ però è arrivato un lancio millimetrico di Bonucci da lontanissimo che ha pescato Giaccherini, perfetto nell’inserimento in area quanto nello stop ma poi anche freddo nell’infilare l’enorme Courtois e siglare il vantaggio. La rete della Pulce di Talla ha di fatto cambiato tutto dando fiducia al gruppo azzurro ma l’imprecisione di testa di Pellè ha impedito di trovare l’immediato raddoppio rimandando tutto alla ripresa.

Dopo l’intervallo infatti il Belgio ha avuto subito una grande occasione con Lukaku che però, in serata decisamente negativa, ha sparato fuori il pallone da solo davanti a Buffon. L’Italia però ha cercato di non chiudersi affidando soprattutto a Candreva le sue folate offensive ma sbagliando anche qualche semplice appoggio che ha consentito agli avversari di prodursi in qualche pericolosa ripartenza: su tutte una sprecata ancora una volta da Lukaku. Iniziata la girandola dei cambi entrambi i tecnici hanno indovinato l’avvicendamento in attacco con Wilmots che ha finalmente inserito Origi mentre invece Conte ha sostituito un evanescente Eder con il ben più positivo Immobile. Due occasioni per il belga ed un bolide del torinista disinnescato da Courtois sono state il bottino delle punte di riserva che hanno animato un finale in cui il Belgio ha tenuto tanto palla senza però stringere veramente d’assedio l’Italia che così nei secondi finali si è presa la soddisfazione del raddoppio con Pellè, completamente libero nel cuore dell’area e pescato da Candreva dopo un altro grande lavoro di Giaccherini.

Tre punti fondamentali per l'Italia contro la squadra più forte del girone (ph. Zimbio)

Tre punti fondamentali per l’Italia contro la squadra più forte del girone (ph. Zimbio)

Ecco così che l’avventura di Euro 2016 sorride subito all’Italia, capace di mostrare maturità ed intelligenza nell’affrontare un Belgio forse troppo vanitoso, certamente tradito da alcuni singoli come Lukaku ma anche De Bruyne che hanno giocato al di sotto delle proprie possibilità. Gli Azzurri invece sono stati cinici e spietati nel capitalizzare al massimo le occasioni avute nonostante una fase offensiva spesso troppo macchinosa per poter davvero fare strada in una competizione così importante. Contavano però i tre punti e sono arrivati ad ipotecare di fatto un passaggio del turno che andrà confermato nella prossime sfide contro Svezia ed Irlanda, squadre meno belle del Belgio ma sicuramente più coriacee.

BELGIO-ITALIA 0-2
Belgio (4-2-3-1): Courtois; Ciman (31′ st Ferreira Carrasco), Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Witsel, Nainggolan (dal 17′ s.t. Mertens); De Bruyne, Fellaini, Hazard; R. Lukaku (28′ st Origi). A disp.: Mignolet, Gillet, Denayer, Kabasele, J. Lukaku, Meunier, Dembelé, Benteke, Batshuayi. All. Wilmots
Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (33′ st Thiago Motta), Giaccherini, Darmian (14′ st De Sciglio); Pellè, Eder (31′ st Immobile). A disp.: Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Florenzi, Sturaro, Bernardeschi, El Shaarawy, Insigne, Zaza. All. Conte
Arbitro: Clattenburg (Inghilterra)
Marcatori: 32′ Giaccherini, 45′ (+3′) st Pellè (I)
Ammoniti Chiellini, Eder, Bonucci, Thiago Motta (I), Vertonghen (B)

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *