Guaraldi: “Abbiamo chiesto garanzie per il Bologna”


Al termine del CdA di due ore svolto a Casteldebole, alcuni consiglieri ed il presidente Guaraldi hanno rilasciato qualche dichiarazione sullo stato della trattativa per la cessione del club a Tacopina

– di Marco Vigarani –

Ancora problemi per il Bologna e Guaraldi, è arrivato il deferimento per il mancato pagamento dell'Irpef

Albano Guaraldi potrebbe cedere il Bologna agli americani guidati da  Joe Tacopina

Dopo il lungo pomeriggio di incontri con Joe Tacopina e i suoi professionisti, Albano Guaraldi in serata ha riunito a Casteldebole il Consiglio di Amministrazione del Bologna per riferire i temi trattati con il potenziale acquirente. Nonostante un vincolo di riservatezza sullo stato delle trattative, al termine delle due ore di riunione soltanto Gianni Morandi è uscito dal centro tecnico senza rilasciare dichiarazioni. Il primo a parlare è stato Carlo Zucchini che ha detto: “Le parti in causa sono due e  quindi dovranno mettersi d’accordo. La proposta che è arrivata andrà vagliata attentamente“. Decisamente più loquace il consigliere Marco Scapoli che ha aggiunto: “Si tratta di una bella novità di cui sono molto contento: speriamo bene. Non mi sembra che al momento ci siano particolari aspetti da limare e che le parti siano abbastanza in linea anche se tutto dipenderà da come porteremo avanti l’operazione che è stata demandata all’avvocato Serafini, persona d’esperienza che lavorerà a questa trattativa insieme a Guaraldi. In questo momento devo dire che c’è positività“. Infine è stato il turno dell’auto guidata da Gian Paolo Rimondi che viaggiava in compagnia dell’avvocato Luca Serafini e del presidente Albano Guaraldi che ha voluto precisare: “È giusto che in questo momento rispettiamo il patto di riservatezza che ci è stato richiesto ma, conoscendo ormai bene questa piazza, non vorrei che si pensasse che la trattativa si stia impostando su specifiche richieste da parte nostra per uscire. Abbiamo soltanto chiesto garanzie di continuità e concretezza per il bene esclusivo del Bologna: la trattativa si sviluppa solo su questo. Stiamo ancora trattando e la tempistica dipende da tante cose però visto che Tacopina ha deciso di restare in città domani sicuramente ci risentiremo. Aggiungo che anche questa sera ho cercato Zanetti non riuscendo a contattarlo e che devo sempre confrontarmi anche con lui come da accordi. Confermo però che c’è serenità“. La sensazione è che nelle prossime ore si possa concretizzare un nuovo incontro utile a proseguire sulla strada tracciata oggi e che stasera anche Tacopina debba riferire ai suoi soci l’esito delle trattative odierne.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *