Guaraldi di fronte a un dilemma, Bianchi o Gila ?


Dalla sua scelta dipende un bel po’ di mercato

Un buon dirigente le decisioni importanti le deve prendere per il bene della squadra e della società, senza indugi e possibilmente mai sull’onda emotiva. Da oggi a Bologna il tema caldo diventa Rolando Bianchi e la sua doppietta. E’ lui l’uomo giusto per l’attacco di Ballardini che rincorre la salvezza ? In queste ore i bene informati sanno quanto la società e Guaraldi si stessero prodigando per il ritorno in rossoblù di Gilardino, il quale a sua volta sembrava molto motivato e convinto (chiedere alla moglie) di ritornare sotto le due torri. Inevitabile quindi che i 2 gol di Bianchi contro il Napoli, molto preziosi in chiave classifica e autostima personale e della squadra, mettano in discussione le idee societarie sul mercato e rappresentino al momento un freno alla trattativa. Che cosa fare quindi ? Come si può, eventualmente, cedere il buon Bianchi dopo una prestazione cosi ? Come affrontare un chiacchiericcio di possibili trattative in questa direzione ? Semplice, con decisione e fermezza.

GILA 2Se, e dico se, Guaraldi ha davvero in mano il si di Gilardino vincolato, come si sa, alla permanenza di Diamanti e questa è un’operazione non solo auspicabile ma realmente fattibile, il famoso buon dirigente di cui scrivevo ad inizio pezzo, deve passare dalle parole ai fatti. E senza indugi cedere Bianchi tornato ad essere bomber per un giorno (ben venga, così le opzioni in uscita casomai aumentano) e prendere, di corsa, Gilardino. Le priorità sono l’interesse della squadra e la volontà dell’allenatore. Non si capisce dunque, perché se questa fino a domenica alle 15 era la migliore delle operazioni, oggi dovrebbe non esserlo. Si, ma si obietterà, con il bomber ritrovato come la mettiamo ? Semplice, anche qui. Sempre quel buon dirigente, senza andare in tv e far trapelare intenzioni o parole che potrebbero essere distorte, chiude con Gilardino e poi convoca Rolando e gli dice: “Grazie per quanto hai fatto, in particolare con il Napoli, ma ti cediamo, il progetto tecnico di Ballardini prevede l’arrivo di un altro calciatore”. Punto, e chi si è visto si è visto. La ragione deve dominare l’emotività, i numeri che come spesso ho ricordato al Pallone Gonfiato Live non dicono tutto ma aiutano a capire, recitano alla voce gol in serie A: Bianchi 48, Gilardino 168. Tralasciando con quali casacche gli stessi gol sono stati segnati. Guaraldi ha certamente commesso errori importanti nella gestione del Bologna e sul mercato, questa rappresenta la sua grande occasione per riscattarsi. Se può prenda subito Gilardino e se qualcuno lo guarderà storto dopo la doppietta di Bianchi, abbozzi un sorriso forte della consapevolezza di avere fatto la cosa giusta per il bene della squadra, migliorandola sotto il profilo tecnico. Insomma, in una parola, faccia il dirigente. E ne sia fiero.

Gherardo Resta

www.facebook.com/gherardoresta

www.twitter.com/gherardoresta

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *