Guida a Bologna-Cittadella
Aneddoti, numeri e precedenti


Oggi pomeriggio al Dall’Ara si gioca una delle sfide valide per la sesta giornata di B. Per la prima volta il Bologna incontra il Cittadella in un campionato nazionale

– di Massimo Righi –

Il rigore di Christodoulopoulos che regalò l'ultima vittoria casalinga al Bologna

Il rigore che Christodoulopoulos segnò al Cagliari di Lopez, regalando l’ultima vittoria casalinga al Bologna

PRECEDENTI – L’unica volta che Bologna e Cittadella si sono incontrate, è stato in occasione della Coppa Italia 2006/07 quando i rossoblù ebbero la meglio al Dall’Ara per 2-1 in rimonta con reti di Marazzina e Bellucci dopo la segnatura iniziale di Giacobbo. In campionato invece, il Cittadella non ha mai incrociato la strada del Bologna e viceversa, essendo i veneti arrivati a giocarsi la serie B solo dagli anni 2000 in poi, fino a rimanerci in pianta stabile dal 2008 in avanti, proprio l’anno nel quale i felsinei ritornarono in massima divisione.

NESSUN EX – Stranamente, nelle rispettive rose, non ci sono giocatori che abbiano già giocato nella squadra avversaria e allo stesso modo, non esistono precedenti nemmeno fra i due tecnici, Foscarini e Lopez, considerando anche il fatto che il tecnico del Bologna ha iniziato la propria carriera appena due anni fa e ha esordito in serie B quest’anno.

CURIOSITÀ – Il Bologna insegue la vittoria casalinga da ormai 6 mesi. L’ultima volta che i rossoblù hanno colto i 3 punti fra le mura amiche era il 23 marzo 2014, quando ebbero la meglio sul Cagliari per 1-0 (rigore di Christodoulopoulos). Dopo quella partita, sul prato amico, il Bologna ha raccolto solo 2 pareggi e addirittura 5 sconfitte. Un dato che riguarda solamente il campionato dei rossoblù in corso, mostra che la squadra di Lopez, assieme a Frosinone e Pro Vercelli, è una delle 3 squadre che ha subito il maggior numero di cartellini rossi, ben tre; nello specifico si è trattato di Coppola (espulso a Pescara), Garics e Zuculini (espulsi a Perugia).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *