Guida a Cittadella-Bologna
Aneddoti, numeri e precedenti


Oggi pomeriggio il Bologna sarà ospite del Cittadella al Tombolato, ritrovando i veneti dopo la vittoria di misura dell’andata al Dall’Ara

– di Massimo Righi –

Il 45 portiere del Cittadella, Andrea Pierobon (ph Zimbio)

Il 45 portiere del Cittadella, Andrea Pierobon (ph Zimbio)

Precedenti – Come già detto in occasione della gara d’andata, i precedenti fra Bologna e Cittadella sono solamente due. Infatti, dopo il match di Coppa Italia 2006/07 giocato al Dall’Ara e vinto dai rossoblù per 2-1 in rimonta, le due squadre si sono ritrovate in gare ufficiali solo durante il girone d’andata del torneo in corso, sfida vinta dal Bologna per 1-0. Pertanto a Cittadella, le due compagini non hanno ancora mai giocato, essendo i veneti approdati in serie B solo dagli anni 2000 in poi, fino a rimanerci in pianta stabile dal 2008 in avanti, quando però il Bologna era già risalito in massima serie.

Curiosità – Non essendoci ex in campo in nessuna delle due rose, l’attenzione si sposta su altri aspetti. Il parco giocatori del club veneto è composto solo da giocatori italiani, eccetto il polacco Kupisz, giunto dal Chievo nel mercato di gennaio. Il Bologna invece ha ben 12 stranieri in rosa, di cui 3 brasiliani. L’andamento interno del Cittadella è abbastanza omogeneo: infatti i veneti hanno vinto, peso e pareggiato lo stesso numero di volte, 4, in 12 incontri totali, raccogliendo 16 dei 30 punti totali in classifica. Fuori casa il Bologna invece, ha raccolto parecchio di più che fra le mura amiche, risultando assieme al Carpi la squadra che ha racimolato più punti lontano da casa. Infine, nel Cittadella gioca il portiere classe 1969 Andrea Pierobon, che con i suoi 45 anni e sette mesi, è diventato il calciatore professionista più anziano in attività.

Attacchi simili – Se si compara il rendimento in termini di gol dell’attacco di casa con quello ospite, ne emerge un dato curioso. Coralli ha segnato 8 reti come Cacia, Sgrigna ha fatto 7 gol come Laribi e Stanco ha segnato 3 reti come Acquafresca. In favore del Cittadella, ci sono anche le 5 segnature di Gerardi che nel Bologna non trovano riscontri in un solo uomo, dal momento che i felsinei hanno suddiviso il proprio bottino di reti anche fra giocatori di altri ruoli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *