Hamilton re di Francia e di nuovo leader iridato. Incidente Vettel-Bottas


Sul circuito di Le Castellet un incidente tra Vettel e Bottas spalanca a Hamilton la strada per il successo. Terzo un positivo Raikkonen

– di Alberto Bortolotti –

Tutto va visto sempre in duplice angolazione. Se Sebastian Vettel si è scusato per l’incidente con Bottas che ha spalancato le porte del successo in Francia a Lewis Hamilton, agli occhi Mercedes il misfatto e la conseguente penalizzazione hanno solo danneggiato le Frecce d’Argento. Dice infatti Niki Lauda: “Penso che avremmo potuto fare una bella doppietta qui in Francia, mentre la gara di Valtteri è stata rovinata da Vettel che è stato punito solo con cinque secondi di penalità per un errore che io ritengo grave. La sanzione è inadeguata alla colpa!”.

Hamilton vince in Francia davanti a Verstappen e Raikkonen (ph. Zimbio)

Pioggia solo minacciata a Le Castellet, dominio Mercedes atteso e puntualmente confermato. Hamilton parte in testa e nessuno ne mette in dubbio la supremazia. Sul podio un regolarissimo Verstappen e, finalmente, un combattivo Raikkonen che a 6 giri dalla fine svernicia Ricciardo in calo di gomme.

Sebastian Vettel, come già detto, è solo quinto per colpa di una collisione iniziale con Bottas, finito settimo, e di 5 secondi di penalizzazione. Il finlandese è preceduto da Magnussen e seguito da Sainz, Hulkenberg e un ottimo Leclerc. Il giovane monegasco bagna le sue speranze di andare in Ferrari con un week-end inappuntabile.

In classifica Hamilton ha 14 punti di vantaggio su Vettel. Ricciardo è a – 49, Bottas a – 53 e Raikkonen a – 62.

Avrebbe potuto fare di più la Ferrari? A giochi conclusi la strategia del box del Cavallino si è confermata quella giusta, e Kimi Raikkonen si è permesso di poter allungare il suo stint con le ultrasoft fino al 34esimo dei 53 giri in programma. Ha impressionato anche lo stint iniziale di Vettel, costretto a tornare ai box al termine del primo giro per sostituire il musetto e rientrato in pista con gomme soft. Il tedesco ha percorso 39 tornate girando su buoni tempi nonostante fosse costantemente in rimonta alle spalle di avversari più lenti. Sì, senza il botto la gara sarebbe stata più equilibrata.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *