Higuain ammazza il Diavolo e zittisce le critiche; Biglia fantasma in campo


Top e Flop della 11^ giornata di Serie A 2017-18

– di Francesco Ferrari –

TOP

Con la doppietta ai rossoneri Higuain ha zittito i critici

Higuain (Juventus): con una doppietta da bomber di razza affonda i rossoneri. Velocissimo e freddo a concludere a rete anticipando il lento Romagnoli in occasione del primo gol, la seconda rete è un vero capolavoro: dopo il velo di Dybala, il Pipita manda fuori tempo Rodriguez con una finta di corpo per poi concludere con un destro potentissimo che sbatte sul palo prima di infilarsi in rete.Tutti quelli che lo avevano criticato da oggi dovranno cambiare registro;

El Shaarawy (Roma): con un gol bellissimo decide la sfida contro un Bologna ordinato in difesa ma sterile in attacco. Rete di rara bellezza la sua: piatto destro al volo, direttamente su spiovente da calcio d’angolo. Totti in tribuna commenta divertito: “Una volta li facevo anche io così”, e se apprezza il capitano…

Torreira (Sampdoria): ben due reti per il regista di Giampaolo e la Samp continua a volare come succedeva solo ai tempi di Vialli e Mancini. Riporta i suoi in vantaggio da calcio piazzato, sorprendedno Sorrentino da oltre 30 metri con un tiro ad effetto. A 5′ dal termine sigla la sua doppietta personale con un bel destro al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

FLOP

Lucas Biglia non ha ancora trovato il suo ruolo nel Milan (ph. Zimbio)

Biglia (Milan): dovrebbe essere il regista della squadra ma va a finire che il pallone lo gioca sempre e solo Suso. Non è ancora riuscito a trovare il suo ruolo nell’11 di Montella, che però insiste nello schierarlo titolare. Fantasma in campo, è lontanissimo dal giocatore ammirato con la casacca della Lazio;

Sensi (Sassuolo): colpevole di addormentarsi con il pallone nei pressi dell’area di rigore, facendoselo strappare da Allan che ringrazia e segna così la rete dell’1-0 per il Napoli: poco reattivo anche su Mertens sul 3-1;

Cristante (Atalanta): complici le assenze di Gomez, infortunato, e Ilicic sostituito, all’85’ si ritrova un po’ per caso sul dischetto del rigore con la possibilità di regalare ai suoi il pari ma si fa ipnotizzare da Bizarri, calciando centrale. Dopo la sconfitta la società bergamasca ha annunciato un ritiro per ritrovare gli equilibri perduti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *