Higuain è un cecchino. Ferrari liscio clamoroso


Top e Flop della 10^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

L'urlo di Higuain dopo il gol dell'1-0 al Wolfsburg (ph EPA/Peter Steffen)

Gonzalo Higuain ancora a segno con un bolide dai 25 metri (ph EPA/Peter Steffen)

Higuain (Napoli): ormai è quasi una certezza, dategli una palla e lui la trasformerà in oro. Sarri lo ha reso un cecchino impressionante, la rete con cui sblocca la sfida al 39′, è un concentrato di potenza e precisione, il suo tiro dai 25 metri viaggia velocissimo ad altezza rasoterra, non lasciando scampo a Sorrentino. Quando gioca così è immarcabile;

Sansone (Sassuolo): punizione magistrale dell’attaccante neroverde. Il pallone si infila nel sette con una balistica perfetta, nulla da fare per Buffon che può solo ammirare la prodezza. Oltre alla rete di pregevole fattura, regala ai suoi un successo insperato contro i campioni d’Italia, Allegri infuriato annuncia che la squadra sarà in ritiro fino alla prossima partita;

Laxalt (Genoa): partita spettacolare quella tra Torino e Genoa. Laxalt lascia il segno mettendo a segno una doppietta e trovando il pari all’ultimo minuto di recupero, con uno splendido colpo di testa in corsa. Il giovane uruguaiano, insieme a Pavoletti, è una delle note liete di questo inizio di stagione un po’ incerto per il Grifone.

FLOP

Alex Ferrari (ph. Zimbio)

Il clamoroso liscio di Alex Ferrari è costato caro ai rossoblù (ph. Zimbio)

Ferrari (Bologna): un suo liscio clamoroso apre la strada a Ljajic che serve a Icardi un pallone solo da spingere in rete e che decide la sfida. Il giovane difensore prova a rifarsi nel finale offrendo a Destro un bell’assist, ma l’attaccante spreca miseramente facendosi ipnotizzare da Handanovic. Il suo errore costa caro ai rossoblù che nonostante la superiorità numerica subiscono l’8^ sconfitta stagionale e ora aspettano l’arrivo del nuovo tecnico;

Chiellini (Juventus): viene espulso al 37′ del primo tempo per doppia ammonizione, anche se l’ultimo intervento su Berardi, da dietro a forbice, poteva essere da rosso diretto. Subisce probabilmente più di altri giocatori bianconeri la pressione del momento, fatto sta che con la squadra già in svantaggio, un giocatore con la sua esperienza non può commettere certe ingenuità;

Basta (Lazio): sfortunata, ma anche un po’ goffa, l’autorete con cui regala il momentaneo pareggio all’Atalanta: sul cross rasoterra di Gomez, senza pressioni da parte di nessun avversario, indirizza la palla nella sua porta, forse tradito da un rimbalzo sul terreno ma più probabilmente il terzino pecca di concentrazione. Dopo l’autorete l’Atalanta trova anche la forza di rimontare la gara e si impone per 2-1.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *