Higuain lancia il Napoli, Hoedt non all’altezza


Top e Flop della 4^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Grazie alla rete di Gonzalo Higuain il napoli ha battuto la Lazio all'Olimpico

Prestazione maiuscola di Gonzalo Higuain,autore di una doppietta contro la Lazio

Higuain (Napoli): il ritorno al 4-3-3 per il Napoli porta subito i suoi frutti e soprattutto esalta il pipita che realizza una doppietta nel sonoro 5-0 rifilato dagli uomini di Sarri alla Lazio. L’attaccante partenopeo è in serata di grazia e contro il modestissimo Hoedt sembra un giocatore di un altro pianeta. Lo supera con una finta di corpo in occasione del primo gol, mentre in occasione della seconda rete sfrutta un retropassaggio errato di Radu, lascia sul posto ancora Hoedt, per poi concludere di potenza sul palo più lontano, fulminando l’incolpevole Marchetti;

Bacca (Milan): il colombiano è decisivo nella sofferta vittoria dei rossoneri contro il Palermo. Bravissimo a cogliere l’assist di Bonaventura sulla rete del momentaneo 1-0, ancora più bravo a colpire di testa sul traversone di Kucka, portando nuovamente in vantaggio i rossoneri e siglando il definitivo 3-2;

Bruno Peres (Torino):  il laterale brasiliano domina nettamente sulla fascia destra, saltando puntualmente il povero Vasco Regini.  Prima serve a Quagliarella la palla che vale l’1-0, poi salva il risultato immolandosi su Eder, infine sfiora la segnatura personale con un gran tiro che lambisce l’incrocio. Quando gioca a questi livelli è davvero imprendibile.
FLOP

Prestazione da dimenticare per il giovane olandese Wesley Hoedt

Prestazione da dimenticare per il giovane olandese Wesley Hoedt

Hoedt (Lazio): il giovane difensore olandese classe ’94 stasera mostra tutti i suoi numerosi limiti tecnici. Higuain è un cliente difficile ma il ragazzo non sembra proprio all’altezza del ruolo. Non solo viene saltato puntualmente dall’attaccante argentino ma è colpevole anche in occasione della rete di Allan, dove lascia una prateria centrale e anche sulla rete di Gabbiadini è come sempre in ritardo sull’uomo, lasciato totalmente solo di battere a rete. Difficilmente lo rivedremo in campo dal primo minuto;

Longo (Frosinone): ennesima bocciatura per questo attaccante che in Serie A pare proprio non riuscire ad esprimersi. Si arrabbia per la sostituzione ma per tutti i minuti trascorsi in campo tocca pochissimi palloni e lo si nota solo per un brutto fallo che subisce a centrocampo e per un’occasionissima sprecata davanti a Mirante, dopo la sua sostituzione il Frosinone trova più profondità andando anche vicino alla rete colpendo due traverse;

Izzo (Genoa): colpevole di lasciare la squadra in 10 uomini già nel primo tempo e sotto di una rete. Soffre da subito la velocità di Cuadrado e proprio per una trattenuta sul colombiano trova il secondo cartellino giallo e quindi la conseguente espulsione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *