I talenti passati dall’Europa alla NBA: Sefolosha


Nel quarto appuntamento con la nostra nuova rubrica dedicata ai talenti NBA passati per l’Europa si parla di una vecchia conoscenza di Biella: Thabo Sefolosha

-di Calogero Destro- 

Thabo Sefolosha con la maglia degli Oklahoma City Thunder

Thabo Sefolosha con la maglia degli Oklahoma City Thunder

Quella di oggi è la storia di un ragazzo normale, come ce ne sono tanti altri: mentre ogni giorno, in palestra, si allenava duramente, piazzando uno dopo l’altro tiri da ogni posizione e coltivando instancabilmente il proprio sogno, Thabo veniva continuamente bacchettato dalla madre, che lo richiamava allo studio, al suo(almeno secondo lei) dovere, quello di bravo scolaro. Ma non è possibile sopprimere il gene del fuoriclasse, e dopo aver compiuto diciotto anni Sefolosha, giovanissimo ragazzone svizzero con l’ambizione di approdare un giorno negli States, si trasferisce in Francia, nello Chalon, promettendo a mamma Christine che avrebbe comunque conseguito il diploma! Nella squadra di Beugnon, Sefolosha, sfrutta la prima stagione per farsi conoscere fra i professionisti (gioca soprattutto con i ragazzi dell’under 20) e in quella successiva (2003/04) ottiene un posto nella squadra A, collezionando sempre più minuti e raggiungendo la titolarità nel 2005, anno in cui esplode definitivamente e trascina i suoi ai play-off, attirando su di sé le mire dell’ NBA . Nonostante l’interessamento di diverse franchigie, l’ala svizzera (vincitrice anche del premio come miglior giovane non francese del campionato) decide di proseguire il suo percorso in Italia, con la maglia dell’Angelico Biella. Con i piemontesi, Sefolosha, disputa un’ottima annata (11,6 pt e 14,4 di valutazione in 29 min di media a partita) e a fine stagione è pronto per il grande salto: arriva la chiamata di Philadelphia (al numero tredici) che però lo gira subito ai Bulls: per lo svizzero è un sogno che si realizza.

L’avventura NBA– Con Chicago, però, l’inizio è duro:  Scott Skiles non stravede per lui e i piccoli fastidi muscolari contribuiscono a limitarne il minutaggio (3,6 pts, 2,2 rbl, 1 ast in 12 min di media a partita). Il secondo anno in Illinois, però, è tutta un’altra storia: Sefolosha, praticamente, raddoppia le proprie cifre (7pts, 4 rbl e 2 ast in 20, 5 min di media a partita) dimostrando le qualità più interessanti nella metà campo difensiva. Ma i Bulls non riescono a qualificarsi per i play-off e dopo la prima parte della stagione successiva(2008/09), disputata ancora con Chicago,durante il mercato invernale, Thabo, viene girato ad Oklahoma in cambio della prima scelta del draft di quell’anno.Con i Thunder, finalmente, arriva la consacrazione:  Sefolosha raggiunge i propri carrer high in tutte le caselle statistiche e diventa l’uomo in più di coach Brooks. Il suo apporto dalla panchina e le energie fresche che riesce a mettere sul parquet, risultano fondamentali per la squadra, che, dal suo arrivo, centra i play-off per cinque anni consecutivi, con un crescendo di risultati straordinario (Dal primo turno perso contro i Lakers, nel 2009/10, fino alla finale per il titolo perso contro gli Heat, nel 2011/12). Dopo sei stagioni e 381 gare disputate con la maglia di Oklahoma, però, si chiude un ciclo, per Sefolosha e per la società, che decide di girarlo ad Atlanta. Con gli Hawks, l’ala svizzera, sta disputando un’ottima stagione, confermando di essere un giocatore affidabile e sempre pronto a fare la differenza; e In Georgia, anche grazie all’apporto del nativo di Vevey, adesso sognano addirittura il titolo. Guardia/ala con un’impressionante capacità di pressare a tutto campo, una forte presenza sotto le plance e delle mani velocissime nel rubare palloni, Sefolosha (selezionato, nel 2010, per il secondo miglior quintetto difensivo della NBA) oggi, è un giocatore completo, che fa della concretezza la propria maggiore dote: in poche parole, uno dei migliori difensori della lega. Bhè, d’altronde….non sempre,  la mamme, possono avere ragione!

   

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *