Icardi ormai è una sentenza; Verdi fa sognare il Bologna


Top e Flop della 5^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Mauro+Icardi+FC+Internazionale+Milano+v+Empoli+3emGiWLXv7gl

Ancora decisivo Mauro Icardi, sempre più una sentenza sottoporta

Icardi (Inter): dopo il dispendio energetico della sfida contro la Juve ci si poteva aspettare un calo, invece Icardi ancora una volta si carica sulle spalle tutto il peso dell’attacco neroazzurro e realizza le due reti che decidono la difficile trasferta ad Empoli. Bravissimo ad anticipare il difensore di testa in occasione del primo gol, si inserisce alla perfezione sull’invito di Joao Mario nell’azione che porta al raddoppio;

Verdi (Bologna): ormai il giovane talento rossoblu ha abituato i tifosi a reti bellissime e sempre importanti. Poco prima dell’intervallo, sblocca la gara contro la Sampdoria con un gran destro al volo che si infila nel sette della porta di un incolpevole Viviano. Insieme a Krejci, autore di entrambi gli assist dei gol rossoblu, è la rivelazione di questa stagione rossoblu;

De Paul (Udinese): il giovane centrocampista argentino è davvero un talento e dai suoi piedi nascono sempre azioni interessanti. Suoi gli assist per le reti di Zapata e Danilo, oltre ad almeno altre due facili palle gol sprecate dai compagni. Iachini ha trovato il suo trascinatore.

FLOP

L'angolano Bastos non ha saputo contenere la velocità di Niang

L’angolano Bastos non ha saputo contenere la velocità di Niang

Bastos (Lazio): serata disastrosa per il colosso angolano. Gli attaccanti rossoneri sono in grande serata e Niang in particolare gli sfugge sempre in velocità, costringendolo al fallo tattico, con conseguente ammonizione, già alla fine del primo tempo. Rischia anche di segnare un’autorete clamorosa di tacco su cross rasoterra di Suso. Giustamente sostituito nella ripresa;

Ceppitelli (Cagliari): se non fosse stato per le parate di Storari, probabilmente sarebbe finita con un passivo di almeno sei reti. Il difensore del Cagliari contribuisce al passivo con un’autorete sfortunata, oltre a non riuscire mai a chiudere in anticipo sugli attaccanti bianconeri;

Claiton (Crotone): l'”esperto” difensore brasiliano dimostra tutta la sua lentezza e mancanza di senso della posizione. Certo la Roma gioca una grande gara ma il buco con cui permette a Dzeko di segnare la sua seconda rete personale e quarta della gara, è davvero clamoroso.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *