Ice Bucket Challenge, tanti vip contro la SLA


Spopola sul web la “Ice Bucket Challenge” per la lotta alla SLA: tanti sportivi e vip hanno già aderito

di Marco Vigarani

L' Ice Bucket Challenge di Mario Balotelli

L’ Ice Bucket Challenge di Mario Balotelli

L’estate è il periodo ideale per i tormentoni, la stagione perfetta per far circolare iniziative in grado di raggiungere anche gli angoli più reconditi del pianeta. La SLA, sigla di una malattia terribile che ha avuto tra le sue vittime più recenti l’indomabile Stefano Borgonovo, non è certamente uno scherzo ma in queste settimane è nata una campagna spontanea di sensibilizzazione che sta impazzando tra persone più o meno famose finendo per diventare un vero e proprio fenomeno virale.

Come spesso accade, ha avuto tutto origine negli USA anche se non è facile risalire al primo ideatore di questa sfida denominata “Ice Bucket Challenge” che però ha uno svolgimento tanto semplice quanto d’effetto. Si tratta di un breve video durante il quale ci si autoinfligge una doccia con acqua ghiacciata e si sfidano altri tre amici o conoscenti a fare la stessa cosa entro le ventiquattro ore successive. Coloro che non dovessero accettare la nomination sarebbero moralmente impegnati a devolvere una somma ad un’organizzazione attiva nella lotta alla SLA. Complice il periodo estivo che invita a lasciarsi andare ad un’attività così rinfrescante, il fenomeno è diventato virale nel giro di poco più di un mese partendo dal mondo del baseball statunitense per sbarcare rapidamente anche in Gran Bretagna e poi nel resto del pianeta. Personaggi noti del mondo dello spettacolo, sportivi di ogni disciplina ma anche uomini d’affari: tutti si sono fatti contagiare dalla moda della doccia ghiacciata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. Nel lungo elenco troviamo le star NBA Kobe Bryant e Lebron James, i cantanti Justin Timberlake e Lady Gaga, gli attori Russel Crowe e Mickey Rourke e la collega Jennifer Lopez, gli atleti Usain Bolt e Sebine Lisicki ma anche Bill Gates (fondatore di Microsoft), Tim Cook e Mark Zuckerberg (amministratori delegati rispettivamente di Apple e Facebook).

La doccia gelata di Bill Gates

La doccia gelata di Bill Gates

Per il momento la SLA sembra essere ancora una malattia misteriosa che però spesso ha mietuto vittime nel mondo del pallone e quindi non è un caso che siano già decine i calciatori che hanno contribuito alla diffusione della campagna: dai campioni stranieri Steven Gerrard, Mario Gotze e Cristiano Ronaldo ai nostrani Gianluigi Buffon, Mario Balotelli e Giuseppe Rossi. La storia più curiosa però è sicuramente quella legata all’asso brasiliano Neymar che, prima di affrontare la prova, ha deciso di sfidare il colombiano del Napoli Juan Camilo Zuniga, autore di un durissimo intervento ai suoi danni durante i quarti di finale del recente Mondiale. Nel gesto dell’attaccante del Barcellona però non c’era alcun intento provocatorio quanto piuttosto il desiderio di mettere una pietra sul passato condividendo con il resto del mondo un segno distensivo nei rapporti con il collega. Da parte sua l’esterno colombiano non ci ha messo molto ad accettare la nomination facendosi sommergere di acqua gelata da alcuni compagni durante una seduta di allenamento del Napoli. E la sfida continua.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *