Il Bologna compra: Mbaye subito, poi Gastaldello e Krsticic?


Il Bologna prova a stringere i tempi per l’annuncio di qualche nuovo acquisto: in pole position Mbaye dell’Inter, a seguire Gastaldello e Krsticic. Momento di riflessione per la scelta di portiere ed attaccante

– di Marco Vigarani –

Ibrahima Mbaye vuole lasciare l'Inter (ph. Zimbio)

Ibrahima Mbaye vuole lasciare l’Inter (ph. Zimbio)

Incassato qualche rifiuto magari inatteso a causa della categoria di appartenenza, il ds rossoblù Pantaleo Corvino si è rimesso al lavoro sul mercato per assicurare al Bologna rinforzi adeguati che possano riportare subito il club emiliano in Serie A rendendosi utili anche nella prossima stagione. Giovinco non ha mai dato speranze, Saponara ci ha ripensato e Ilicic ha sbattuto la porta in faccia ma non per questi motivi il mercato felsineo resta fermo e anzi potrebbe registrare a breve qualche arrivo innanzitutto in difesa.

Con Garics e Abero in uscita e Morleo ancora infortunato, la prima necessità è reperire un terzino che possa rendersi utile magari anche su entrambe le fasce ed il profilo corrisponde perfettamente al giovane senegalese Ibrahima Mbaye. Il ventenne cresciuto nell’Inter e valorizzato dal Livorno infatti non solo è un destro capace di agire anche dalla parte opposta ma inoltre a Milano non vede il campo e vuole tornare a giocare con continuità: l’accordo tra i club sarebbe stato raggiunto sulla base del prestito con obbligo di riscatto a 5 milioni di euro in caso di promozione. Ora la palla passa al ragazzo ed al suo agente per la negoziazione del contratto con il Bologna ma la speranza è quella di arrivare a breve alla fumata bianca visto che le altre piste (Rispoli e Konko) non convincono del tutto.

Daniele Gastaldello è lusingato dalla proposta del Bologna (ph. Zimbio)

Daniele Gastaldello è lusingato dalla proposta del Bologna (ph. Zimbio)

In questo momento Corvino è molto attivo anche sull’asse con la Sampdoria che potrebbe vestire di rossoblù altri due giocatori importanti come Daniele Gastaldello e Nenad Krsticic. Il difensore ha un contratto in scadenza nel 2016 con i blucerchiati che però non sembrano al momento propensi ad offrire un rinnovo ed allora la proposta di un triennale pervenuta dal Bologna ha subito stuzzicato il ragazzo. La dirigenza genovese è propensa ad accettare ma deve prima superare le perplessità espresse dal tecnico Mihajlovic a cui potrebbe essere regalato Diakite come sostituto. La situazione per il centrocampista serbo è diversa visto che tutte le parti sono convinte dell’opportunità rappresentata dalla cessione di quello che attualmente è il sesto uomo nella gerarchia del mister. In questo caso il Bologna deve migliorare la propria offerta passando da una richiesta di prestito ad un’operazione a titolo definitivo.

Attualmente sembra essere meno urgente la chiusura di altre trattative relative al ruolo di portiere ed attaccante anche se continua ad essere monitorata attentamente la situazione di Francesco Bardi provando ad offrire al Chievo il terzino Garics. Non è da considere affatto chiusa la possibilità di arrivare ad uno tra Sorrentino ed Ujkani del Palermo mentre invece il nome più abbordabile per l’attacco è quello di Matteo Mancosu dopo che il Cagliari ha virato su altri obiettivi ed il Trapani ha deciso di non prendere in considerazione proposte diverse dalla cessione a titolo definitivo dell’attaccante. Restano quindi da definire anche alcune operazioni in uscita con Bentancourt verso la Lega Pro, Stojanovic sempre apprezzato da Crotone, Riverola e Rodriguez pronti per tornare all’estero ed il Catania interessato a Troianiello e Casarini ma non a Pazienza.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *