Il Bologna crolla nel finale, il Livorno fa festa


Il Bologna perde 3-2 all’Ardenza di Livorno facendosi rimontare dai padroni di casa. Prima del fischio d’inizio, minuto di silenzio in memoria di Ingesson

– di Massimo Righi –

Si ferma a sette la serie di partite utili consecutive del Bologna che sul campo del Livorno si fa rimontare e battere per 3-2 in un secondo tempo dalle forti emozioni. Con la concomitante vittoria del Carpi sul Vicenza, i rossoblù perdono anche la testa della classifica.

L'ex Vantaggiato, mattatore del Bologna con una doppietta

L’ex Vantaggiato, mattatore del Bologna con una doppietta

Livorno – Prima del fischio d’inizio della partita, Livorno e Bologna hanno osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria dell’ex giocatore rossoblù Klas Ingesson, scomparso mercoledì scorso. Comincia forte il Livorno che con Siligardi, dopo appena 48” sfiora il vantaggio scaricando un sinistro pericolosissimo finito a lato di poco dopo un sombrero sul proprio marcatore. Dopo 9′, Acquafresca tenta la conclusione in area piccola dopo un errore di Lambrughi che aveva favorito l’attaccante rossoblù, sul ribaltamento di fonte i labronici recriminano invano per un fallo di mano di Oikonomou in area a seguito di un rimpallo, ma Pairetto non ravvisa irregolarità. Al 12′, fallo di Emerson su Laribi ai limiti dell’area, ma la conseguente punizione di Buchel non sortisce effetti. Dopo i primi minuti un po’ dimessi, il Bologna esce alla distanza, giocando molto più la palla e costringendo il Livorno a ripiegare. Al 23′ Morleo anticipa di testa Moscati sul cross di Cutolo sventando un possibile pericolo poi, alla mezz’ora, break del Livorno in contropiede con Siligardi che tenta il tiro accentrandosi dalla destra, ma il sinistro dell’ex rossoblù è debole e termina fuori sul palo lontano. Al 35′ Cacia lavora un buon pallone e crossa per Acquafresca in area ma il colpo di testa è fuori. Due minuti dopo Vantaggiato conclude a lato dopo un’azione prolungata del Livorno. Sempre gli amaranto sfiorano il vantaggio con Ceccherini, che di testa non inquadra la porta sul buon cross di Lambrughi. Al 41′ Zuculini sfiora il gol della settimana con un destro da lontanissimo dopo una palla persa da Moscati, ma la conclusione finisce sull’esterno della rete. Al 42′ Acquafresca non ce la fa e deve lasciare il campo per Pasi, a seguito di un intervento duro sulla caviglia, subito qualche minuto prima. L’ultimo acuto del primo tempo è un tiro su punizione di Vantaggiato che Stojanovic controlla senza pronlemi.

La ripresa non riserva emozioni fino al 58′ quando la difesa del Livorno combina un pasticcio clamoroso. Zuculini tira, Mazzoni respinge male con la palla che finisce sul palo, Bernardini e Ceccherini piombano assieme sul pallone, ma il tentativo di rinvio del primo viene effettuato goffamente sul compagno con la palla che finisce in rete per la più buffa delle autoreti. Il Livorno prova a scuotersi; al 18′ Vantaggiato si rende pericoloso dopo una buona iniziativa di Emerson ma il tiro dell’attaccante labronico finisce a lato. Ma è solo il preludio al pareggio, che Vantaggiato sigla al 65′ da due passi trafiggendo Stojanovic su sponda del neo entrato Galabinov. Poco prima il portiere era stato decisivo sullo stesso attaccante. Il Livorno, galvanizzato dal pareggio, si rende pericoloso anche con Cutolo che spara alto da buona posizione, poi Galabinov lascia sul posto Ferrari e conclude con palla fuori di pochi metri sul secondo palo. Nel momento migliore dei padroni di casa, il Bologna torna avanti. Al 74′ un cross dalla destra pesca Zuculini da solo in area, l’argentino stoppa e scocca un diagonale perfetto che s’infila vicino al palo lontano, 1-2. A 10′ dalla fine Laribi in contropiede ha la chance del 3-1 ma il suo tiro termina sull’esterno della rete. Gol sbagliato, gol subito. All’82 Galabinov viene atterrato in area da Ferrari, il bulgaro riesce comunque a segnare ma l’arbitro assegna il penalty, che lo stesso Galabinov trasforma subito dopo. All’89 la svolta decisiva. Galabinov serve Biagianti che arriva a rimorchio sulla destra, il diagonale del centrocampista termina in rete su ultimo tocco di Vantaggiato. 3-2 e supporters di casa in estasi. Nei minuti finali il Bologna non riesce a pareggiare, colpito dal ritorno livornese che ha ribaltato una partita che fino a 8′ dalla fine pareva appannaggio del Bologna.

LIVORNO, 3: Mazzoni, Bernardini, Emerson, Moscati, Lambrughi, Ceccherini (63’Galabinov), Biagianti, Djokovic, Cutolo (74’Surraco), Siligardi (84’Gemiti), Vantaggiato. All.: Gautieri

BOLOGNA, 2: Stojanovic; Garics, Oikonomou, Ferrari, Morleo; Matuzalem, Zuculini (81’Ceccarelli), Buchel, Laribi; Acquafresca (44’Pasi), Cacia (76’Abero). All.: Lopez

Reti: 58’aut. Ceccherini, 65′, 89’Vantaggiato (L), 74’Zuculini, 82’rig. Galabinov (L)

Arbitro: Pairetto di Nichelino

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *