Il Bologna è secondo, ma quanti punti persi


Analizzando il campionato del Bologna fino al 20° turno, emerge che nei finali i rossoblù hanno perso per strada parecchi punti, condizionandone la classifica

– di Massimo Righi –

Karim Laribi festeggiato da Acquafresca

Karim Laribi festeggiato da Acquafresca

Dopo venti giornate, a una sola partita dalla chiusura del girone d’andata, il Bologna si trova secondo in classifica in compagnia di Livorno e Frosinone, a -9 dal Carpi capolista. Guardando indietro alle venti partite già disputate in attesa dell’ultima a Lanciano in programma domenica, si può già tirare un bilancio. Da quest’analisi, si noterà quanti punti il Bologna ha lasciato per strada, nonostante il buon secondo posto.

Troppi gol subiti nei finali – Da quanto emerge, il Bologna è una delle squadre della B che ha subito il maggior numero di gol nella ripresa ben 17, come l’Entella. Peggio hanno fatto solo Varese, Trapani e Catania. Andando più nello specifico, i rossoblù hanno subito addirittura 9 di queste 17 reti dal 75’ fino a fine partita, di cui ben 7 di queste sono state decisive ai fini del risultato. Il Bologna è ad oggi la squadra di B che ha subito il maggior numero di reti nei finali.

Ben 11 punti persi! – Ovviamente, tutto questo si ripercuote sui punti lasciati per strada, che dal 75’ in poi sono stati addirittura 11, frutto delle rimonte subite a Livorno (1-2 a un quarto d’ora dalla fine e 3-2 al triplice fischio), con il Brescia (1-0, poi 1-2 alla fine), a Catania (1-2, poi divenuto 2-2), con lo Spezia (0-1 e 1-1 subito all’ultimo secondo), infine ad Avellino (0-0, 1-0 poco prima dell’80). Inoltre, il Bologna non ha raccolto pressoché nulla dai finali di partita, costruendo le proprie vittorie in altri momenti. Infatti i rossoblù, pur segnando 14 volte nei secondi tempi, hanno siglato solo 3 gol dopo il 75’ e solo una volta la marcatura ha portato punti. Si tratta del pareggio di Maietta contro il Frosinone giunto all’85, in quanto gli altri due gol messi a segno da Cacia contro il Perugia (persa 2-1) ed il Varese (vinta 3-0), sono stati fatti a risultato ormai acquisito.

Classifica entro il 75’ – Se si stila un’ipotetica classifica di serie B senza considerare gli ultimi 15’ di gioco, emerge un Bologna con 10 punti in più di quelli reali e solo in testa: BOLOGNA 41, Carpi 36, La Spezia 30, Perugia 27, Virtus Entella 27, Virtus Lanciano 27, Catania 25, Pescara 25, Frosinone 25, Pro Vercelli 25, Brescia 24, Trapani 24, Livorno 24, Avellino 23, Bari 23, Ternana 22, Cittadella 21, Latina 21, Vicenza 21, Modena 18, Crotone 18, Varese 14.

Livorno e Carpi meglio – Il Carpi, ha subito solo 7 reti nella ripresa, di cui nessuna decisiva ai fini del risultato. Dunque i biancorossi non hanno buttato un solo punto nei finali, sintomo di continuità fino al 90’ ed oltre. Chi segna parecchio nei finali, avendo conseguito diversi punti in quel momento della partita, sono Frosinone e Livorno che hanno siglato 10 ed 11 reti dopo il 75’. I toscani si sono rivelati specialisti nei finali (il Bologna ne sa qualcosa), avendo segnato 8 reti decisive, che hanno fruttato ben 11 punti dei 31 totali, mandando i suoi uomini a rete nel quarto d’ora finale di partita. Avendo però perso solo 4 punti nel finale, il Livorno sarebbe fermo a quota 24 se si calcolasse la classifica fino al 75’.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *