Il Bologna ne fa 7, Rossi studia diverse soluzioni tattiche


Larga vittoria per i rossoblù nell’amichevole contro il Granamica (Eccellenza): a segno Rizzo, Destro (2), Crisetig, Falco (2) e Crimi, Rossi studia diversi moduli per la sfida al Palermo. Nel finale, si ferma ancora Mancosu

– di Luigi Polce –

Termina 7-0 l’amichevole con il Granamica, formazione militante nella categoria Eccellenza. Un test utile in previsione del lunch match di domenica, quando il Bologna sempre alle 12:30 se la vedrà con il Palermo, ma anche per trarre indicazioni importanti su quella che potrà essere la formazione che scenderà in campo contro i rosanero.

Rizzo ha aperto le marcature nell'amichevole con il Granamica (ph. zimbio)

Rizzo ha aperto le marcature nell’amichevole con il Granamica (ph. zimbio)

Nella prima frazione di gioco, Delio Rossi sceglie un compatto 4-4-2 con le catene di esterni così composte: Krafth-Mounier a destra, Masina-Rizzo dall’altro lato. Meglio quest’ultima, che produce le insidie maggiori alla retroguardia ospite e sulla quale nasce il gol del vantaggio, siglato proprio da Rizzo dopo 13 minuti di gioco. Poco prima, Destro si era divorato un gol clamoroso da ottima posizione, angolando troppo il suo piattone. Il ritmo della gara è tutt’altro che alto, il Bologna assomiglia ad un gatto pigro e assonato che gioca senza mordente, con Krafth e Mounier che faticano a farsi vedere sull’out di destra. Ecco allora che Delio Rossi, dopo mezzora esatta di gioco, decide di dare la sveglia ai suoi: si passa al 4-2-3-1, con Mounier e Rizzo che si invertono di fascia e Brienza alle spalle di Destro. Qualcosina di meglio, in effetti, si vede, con il Bologna che realizza tre reti alla fine della frazione grazie a Destro, Crisetig e ancora Destro, mentre Rossettini all’ultima azione va ad un passo dalla quinta rete su calcio d’angolo.

Ottima la prestazione di Falco, entrato nella ripresa e autore di due gol e un assist (ph. zimbio)

Ottima la prestazione di Falco, entrato nella ripresa e autore di due gol e un assist (ph. zimbio)

Nella ripresa, Rossi come al solito cambia tutti gli effettivi in campo (si rivede Ferrari in difesa). La base di partenza è sempre il 4-4-2, sostituito però dopo un quarto d’ora da un più vivace tridente formato da Pulgar, Mancosu e Falco. Proprio l’ex Lecce è il più in palla dei suoi, e strappa qualche applauso ai presenti con delle belle azioni personali: palo al 7’ dopo un bel tiro a giro, doppietta con due gran tiri dalla distanza e pallonetto morbido sventato dal portiere del Granamica. In mezzo, pure un assist per il momentaneo 6-0 di Crimi. Unica nota stonata rappresentata da Mancosu, che a circa 10 minuti dalla fine si accomoda in panchina anzitempo, per poi lasciare il campo zoppicando in maniera vistosa. Per lui, probabile un riacutizzarsi del problema alla caviglia che lo aveva tenuto fermo nei giorni scorsi.

BOLOGNA (1° T.): Da Costa; Krafth; Gastaldello, Rossettini, Masina; Mounier, Diawara, Crisetig, Rizzo; Brienza, Destro

BOLOGNA (2° T.): Stojanovic; Mbaye, Oikonomou, Ferrari, Morleo; Crimi, Brighi, Donsah, Pulgar; Falco, Mancosu

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Il Bologna ne fa 7, Rossi studia diverse soluzioni tattiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *