Il Bologna non segna più in casa, 0-0 col Modena


Continua il digiuno di gol del Bologna, che non riesce più a segnare in casa. Ennesimo 0-0 interno e gol regolare negato al Modena

di Massimo Righi –

Il Derby fra Bologna e Modena è finito 0-0

Il Derby fra Bologna e Modena è finito 0-0

Il Bologna scende in campo con il classico 4-3-1-2 con Ceccarelli al posto di Mbaye rispetto a Varese, con Laribi che rientra dopo la squalifica e con il tandem d’attacco confermato, composto da Cacia ed Improta. Nel Modena, schierato con il 4-3-3, recuperano in extremis il portiere Pinsoglio e il Diablo Granoche, in dubbio fino agli ultimi istanti.

Si parte e la gara è subito condizionata da un fastidioso vento freddo. Il Bologna non trova spazio davanti ad un Modena ben disposto che non concede spazi e che cerca di sfruttare le ripartenze, ma al 12′ Maietta crea il primo pericolo alla porta di Pinsoglio, con un colpo di testa alto di poco su una punizione dalla sinistra. Dopo 2′ Casarini tenta la conclusione da lontano che, smorzata, si rivela innocua. Al 18′ primo squillo del Modena con Granoche che manda fuori di testa un buon cross di Zoboli da dentro l’area piccola. Poco dopo, nuovamente Granoche potrebbe essere fatale da solo di testa in area, ma il suo tuffo di testa non impensierisce Coppola. Il Bologna pasticcia, la manovra è confusionaria e frettolosa ed il Modena chiude senza particolari affanni. Al 26′ il Bologna è anche costretto a cambiare il portiere Coppola infortunato, con Da Costa all’esordio in rossoblù. I padroni di casa tengono in mano il pallino del gioco e cercano di sfondare le linee ospiti, ma negli ultimi metri manca la freddezza per rendersi pericolosi. Al 32′ Fedato mette i brividi alle retovie rossoblù con una bella girata su invito dal fondo, ma il pallone finisce alto. 5′ dopo il Bologna, dopo aver conquistato metri preziosi, arriva a concludere con Cacia da posizione ravvicinata, leggermente defilata, ma il tiro finisce alto. Alcuni istanti dopo, Da Costa si supera smanacciando in corner con un gran tuffo l’inzuccata dell’attaccante modenese Garritano. Al 43′ palo clamoroso di Cacia che da due passi di testa coglie il montante: prima, vera grande occasione del Bologna in un frizzante primo tempo. Passa un minuto ed il Modena segna in fuorigioco (inesistente) con Granoche, che si butta su una corta respinta di Da Costa dopo un’imbucata centrale dove la difesa rossoblù non è esente da colpe. Fra le giuste proteste ospiti, si chiude un primo tempo movimentato.

La ripresa inizia con il Modena che avvicenda Salifu con Martinelli, mentre il Bologna riparte con gli stessi undici. Gli uomini di Lopez partono all’attacco e strappano due cartellini gialli al Modena che riparte più in sofferenza. Al 54′ ammonito anche Zoboli che atterra Cacia lanciato a rete al limite dell’area, ma il tentativo di Laribi col destro finisce alto. Al 60′ Sansone entra per uno spento Laribi, col Bologna che passa al 4-3-3. Ammonito anche Casarini per un fallo ametà campo, diffidato, salterà la trasferta di Trapani. Al 68′ la conclusione di Cacia, fattosi spazio al limite dell’area, è angolata ma debole e Pinsoglio controlla in tuffo. Passano pochi minuti e da un pasticcio a centrocampo fra Maietta e Matuzalem, il Modena affonda ma la conclusione di Granoche finisce abbondantemente a lato. Dopo l’incursione ospite, Sansone tenta la conclusione dai 18 metri ma il diagonale finisce a lato di qualche metro. Al 78′ Casarini esce per fare posto a Bessa e poco dopo Cacia sciupa un’ottima occasione su invito di Improta, concludendo debolmente da buona posizione. Il Bologna continua ad attaccare ma le iniziative dei padroni di casa svaniscono negli ultimi 16 metri, quando le maglie del Modena chiudono ogni varvo leggendo le trame offensive dei felsinei, decisamente prevedibili. Al 91′ Improta, sugli sviluppi di un corner riceve un pallone che finisce alle stelle da appena dentro l’area, dopodiché tocca a Sansone sparare in curva un pallone. Dopo 3′ di recupero il derby va in archivio a reti inviolate ed il Bologna arriva a 5 turni consecutivi senza reti davanti al proprio pubblico.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *