Il Bologna potrebbe cercare un ex del vivaio?


Per rientrare nelle regole della prossima Serie A il Bologna avrebbe bisogno anche di quattro atleti cresciuti nel vivaio. Ecco chi potrebbe tornare in rossoblù tra gli ex già affermati

– di Marco Vigarani –

Adam Masina, fra i migliori in campo contro il Bari (ph. Bologna)

Adam Masina è pronto a misurarsi con la Serie A (ph. Bologna)

Le regole parlano chiaramente e già dalla prossima stagione dovranno essere presenti in ogni rosa della Serie A almeno quattro giocatori che siano usciti dal vivaio del club stesso. Si tratta di una delle novità volute dal presidente federale Tavecchio e per la quale verrà concessa al massimo una proroga di un anno ma è chiaro che adempiere da subito eviterebbe di porsi il problema fra dodici mesi potendo quindi scegliere con maggiore calma. Essendo infatti questi quattro giocatori parte della lista di 25 da presentare alla Lega, è fortemente consigliabile non presentare ragazzini alle prime armi ma atleti di dare davvero un contributo nel corso della stagione. Fortunatamente il Bologna può già contare su due prospetti decisamente interessanti come Masina e Ferrari ai quali probabilmente si unirà il portiere Sarr che già da gennaio ha lasciato i pali della Primavera per fare il terzo alle spalle di Da Costa e Coppola. Resterebbe un’ultima casella da riempire e guardando alle risorse disponibili in casa la scelta potrebbe ricadere sullo sfortunato Paramatti reduce da una stagione di stop per infortunio, sull’ex capitano della Primavera Maini o sul centrocampista Scalini: tutti ragazzi che però avrebbero bisogno di scendere in campo con continuità piuttosto che essere considerati solo un numero sulla lista.

Il contratto di Borini con il Liverpool scadrà fra un anno (ph. Zimbio)

Fabio Borini è un ex del vivaio rossoblù sul quale si potrebbe fare una scommessa (ph. Zimbio)

Ecco allora che il Bologna potrebbe decidere di rivolgersi al mercato per riportare a casa un calciatore che abbia vissuto la sua formazione in rossoblù per poi affermarsi altrove. La scelta in tal caso, almeno guardando alla Serie A, sarebbe particolarmente ricca di difensori visto che si trovano profili come quelli di Alessandro Gamberini e Cristian Zaccardo, entrambi 33enni ancora sotto contratto per un anno rispettivamente con Chievo e Milan. Guardando in casa rossonera si trova anche Michelangelo Albertazzi (classe 1991) reduce da un’annata senza presenze dopo due discrete stagioni vissute in prestito al Verona tra Serie B e A. Il Palermo ha invece in rosa Claudio Terzi, ora già 31enne e ceduto dal Bologna nell’estate del 2009 dopo avergli dato anche la fascia di capitano, ma in rosanero si trova oggi anche Francesco Della Rocca, protagonista di una splendida annata sotto le Due Torri nel 2010/11. Detto che alla luce di queste nuove regole risulta poco lungimirante il mancato accordo per il rinnovo contrattuale con Federico Casarini, si potrebbe tentare anche un investimento importante per rilevare dal Liverpool il cartellino della punta Fabio Borini, in scadenza nel 2017 e quindi trattabile sulla base di un prestito oneroso con obbligo di riscatto.

Gabriele Paonessa si è svincolato dopo anni di inattività al Parma (ph. Zimbio)

Gabriele Paonessa si è svincolato dopo anni di inattività al Parma (ph. Zimbio)

Escludendo gli ex recentemente ceduti come Riccardo Pasi, scendendo di categoria uno dei nomi più importanti è sicuramente quello del centrocampista Massimo Loviso che si è però recentemente legato all’Alessandria per le prossime due stagioni dopo l’anno importante vissuto a Gubbio così come ieri il Sudtirol ha ufficializzato il ritorno del difensore Alessandro Bassoli in prestito dal Chievo. Parlando di attaccanti, è tornato al Lecce la punta Luigi Della Rocca che ha conquistato la promozione in B con la maglia del Novara, Alessandro Capello è rientrato al Cagliari dopo il prestito semestrale al Varese mentre è ancora tutto da scrivere il futuro di Giacomo Cipriani. Se Claiton continuerà a difendere la maglia del Crotone, Nicolò Consolini quella del Vicenza e Luca Tedeschi dovrebbe passare al Pavia (dove ritroverà Alex Pederzoli), sono invece avvolti nella nebbia i prossimi passi di Gabriele Paonessa, svincolato dal fallimento del Parma ed inattivo ormai dal 2013, e Mourad Meghni che negli ultimi mesi è tornato in Francia per dedicarsi al calcetto ma sembra pronto a rimettersi in gioco nello storico club algerino Constantine. Merita infine una citazione anche John Mensah, difensore ghanese che ha avuto una discreta carriera in Francia ed ora milita in Slovacchia.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *