Il Bologna supera anche l’ostacolo Entella


Campo sintetico e pressing alto non bastano all’Entella per fermare un Bologna che ribalta il risultato, vince 2-1 e consolida il secondo posto in classifica con il quarto successo consecutivo

– di Marco Vigarani –

Festeggiamenti per la vittoria sull'Entella per 2-1

Festeggiamenti per la vittoria sull’Entella per 2-1

La classifica sembrava porre davanti al Bologna una minima difficoltà con l’Entella relegata nella lotta per non retrocedere e priva di stelle a cui affidarsi per cercare di rovinare i piani di Lopez e dei suoi ragazzi. In realtà però la trasferta di Chiavari poteva risultare un ostacolo insormontabile nella cavalcata dei rossoblù che dovrà necessariamente concludersi con il ritorno in Serie A. Il campo sintetico infatti non è un dettaglio da sottovalutare ed il Bologna l’ha scoperto subito trovandosi spesso in difficoltà tanto nel calcolare la misura dei passaggi quanto nello stoppare il pallone ma anche vedendo più di un rossoblù scivolare rovinosamente. Le scelte iniziali hanno visto Lopez dare fiducia a Paez come partner di Oikonomou ma anche offrire la prima maglia da titolare al nuovo acquisto Sansone mentre Prina ha preferito soltanto Litteri e Larini come boa d’attacco.

Il primo tempo ha quindi visto gli emiliani lottare non solo contro un terreno di gioco insidioso e sconosciuto, ma anche contro un’Entella volenterosa che conosce il vantaggio dato dalle gare casalinghe e prova ad occupare fisicamente tutto lo spazio possibile con un 4-3-3 largo che ostacola la costruzione del gioco sin dalle retrovie. Il tiro di Casarini al primo minuto infatti è stato l’unico acuto rossoblù di tutta la prima mezz’ora di gioco che ha visto Sansovini e Mazzarani cercare fortuna e Coppola rischiare più del dovuto nel controllare una conclusione da lontano di Botta, resa imprevedibile dal fondo sintetico. Al 26esimo la palla del vantaggio arriva in contropiede sui piedi di Sansone che però non riesce a coordinarsi ed allora i padroni di casa proseguono nella loro opera di assedio iniziando anche ad entrare in area: al 41esimo lo sforzo viene premiato con una doppia occasione di Volpe murata da Coppola ma che vede poi Garics abbandonare Mazzarani per la più facile delle conclusioni. Il vantaggio dell’Entella non preoccupa il Bologna che prima dell’intervallo ha la fortuna di rimettere in piedi la gara grazie ad un pregevole tiro al volo di Oikonomou che scaraventa all’incrocio dei pali un corner teso di Laribi.

Lo spettacolo dei tifosi bolognesi a Chiavari

Lo spettacolo dei tifosi bolognesi a Chiavari

Non operando cambi nell’intervallo, Prina e Lopez provano a giocarsela ma è l’uruguaiano ad avere un colpo di fortuna decisivo al 48esimo con il difensore avversario Russo che devia un tiro-cross rasoterra di Laribi battendo Paroni. Il Bologna si trova così a condurre la gara e a dover gestire il vantaggio per tutto il secondo tempo ma invece di limitarsi al contenimento dimostra la mentalità giusta andando a caccia del gol della sicurezza vedendosi negare un rigore abbastanza netto per trattenuta su Sansone. Laribi sale in cattedra cercando non solo la conclusione ma anche l’assist per i compagni (pregevole quello non sfruttato da Casarini al 59′) mentre Matuzalem mette ordine in mezzo al campo senza disdegnare qualche tentativo dalla distanza o, nel finale, anche su calcio piazzato. La girandola dei cambi ha visto i padroni di casa cercare di aumentare la propria sostanza in fase offensiva trovando buone invenzioni da Costa Ferreira mentre invece il Bologna si è limitato a tre cambi conservativi senza modificare l’impianto di gioco: da segnalare il ritorno in campo di Perez nei dieci minuti finali di gara. Nessuna delle due squadre, pur affrontandosi a viso aperto, ha in realtà costruito grandi occasioni da gol e quindi i rossoblù di Lopez hanno potuto festeggiare un successo pervenuto magari con un pizzico di fortuna ma successivamente legittimato con un ottimo approccio mentale alla gara nella ripresa.

Per il Bologna si tratta della quarta vittoria consecutiva che consolida il secondo posto solitario alle spalle del Carpi lanciando un chiaro messaggio a tutte le altre contendenti per la promozione: i rossoblù ora sono pronti davvero a tutto per tornare in Serie A.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *