Il Catania evita la Serie D?


La collaborazione di Pulvirenti con Palazzi potrebbe consentire al Catania di partecipare alla prossima Lega Pro evitando la Serie D

– di Marco Vigarani – 

Il presidente del Catania Pulvirenti (ph. tg24.sky.it)

L’ex presidente del Catania Pulvirenti (ph. tg24.sky.it)

Combinare l’esito delle partite con il doppio scopo di mantenere la categoria e vincere scommesse potrebbe non essere sufficiente al mondo del calcio italiano per assegnare un colpo decisivo al Catania. Per il club etneo si profila infatti un’iscrizione alla prossima Lega Pro evitando così gli abissi infernali della Serie D e la richiesta dovrebbe arrivare già nelle prossime ore seguendo una procedura decisamente anomala. Il procuratore Palazzi infatti dovrà chiedere alla FIGC il permesso di riservare questo trattamento particolare e la federazione a sua volta dovrà prendere una decisione in tempi decisamente brevi per non rallentare l’intero sistema dei procedimenti scelto per affrontare l’ennesima estate torrida del calcio italiano.

Non si tratterebbe nè di un patteggiamento nè di un accordo (formule non applicabili in caso di illecito) ma piuttosto di una via prevista dall’Articolo 24 nei confronti di persone che abbiano ammesso le proprie responsabilità e collaborato fattivamente alle indagini. L’ex presidente del Catania Pulvirenti infatti non solo ha fatto i nomi dei calciatori e dei dirigenti coinvolti nelle combine dello scorso campionato, ma ha anche illustrato le dinamiche di accordo rivelando particolari inediti agli inquirenti. Se la FIGC si pronuncerà positivamente ecco allora che il Catania verrà ammesso alla Lega Pro con una robusta penalizzazione in doppia cifra e per Pulvirenti arriverà una squalifica di cinque anni che è comunque una soluzione preferibile alla radiazione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *