Il Napoli cade a Manchester 2-1. Real bloccato, Siviglia e Monaco ko


I partenopei cadono a Manchester 2-1: dopo un primo tempo sofferto, buona la reazione della squadra di Sarri, ma non basta a evitare il k.o  Nelle altre gare pari per Real e Dortmund, mentre dilagano Spartak e Liverpool

– di Calogero Destro –

La delusione di Hamsik: il Napoli cade a Manchester dopo aver fallito un rigore (ph. Zimbio)

Bello in Italia, molto meno – almeno fino a questo momento – in Europa. Il Napoli di Maurizio Sarri torna infatti da Manchester con la seconda sconfitta su tre gare di Champions. Troppo forte il City di Pep Guardiola, che nel primo tempo gioca un calcio di livello superiore. Palleggio veloce, cambi di gioco da una parte all’altra e difesa partenopea che si sfalda, permettendo a Sterling e Gabriel Jesus di colpire due volte, tra il 9′ e il 13′, all’interno dell’area azzurra. I partenopei sono  schiacciati dalla pressione dei ‘Citizens’ e rischiano di cadere al tappeto in almeno un paio di occasioni. Ma la traversa prima – sullo splendido tiro a giro di De Bruyne – e Koulibaly, appena oltre la riga,  poi, salvano il Napoli dal colpo del definitivo k.o. Allora Mertens, al minuto 38′, avrebbe la chance per riaprirla, dopo il fallo da rigore di Walker su Albiol. Il folletto belga, dagli undici metri, si fa però ipnotizzare da Ederson, che respinge di piede una conclusione troppo centrale. Nella ripresa entra in campo un altro Napoli: Hamsyk e compagni alzano il proprio baricentro, pressando alto i padroni di casa e affacciandosi in avanti con maggiore continuità. Al 56′, però, si fa male Insigne – uno dei migliori fra i napoletani – che lascia il posto ad Allan. Nonostante l’uscita del numero 24, i partenopei riescono a sfondare proprio sulla sinistra con le galoppate di un ispirato Ghoulam, che al 72′ si conquista un altro penalty. Stavolta sul dischetto si presenta Diawara, che non sbaglia ed accorcia le distanze. Nel finale Reina tiene ancora in partita i suoi con due grandi uscite sulle ripartenze di Sané, ma non basta ad evitare la seconda sconfitta su tre partite nel girone. I campani sono adesso a 3 punti dallo Shaktar, corsaro in Olanda (1-2 al Feyernoord) e salito a quota 6 punti. Per i partenopei, il passaggio del turno, si fa sempre più in salita.

Gli altri risultati- Bloccato in casa il Real, che non riesce ad avere la meglio del Tottenham. L’1-1, dopo il vantaggio ospite sull’autorete di Varane, lo firma il solito Ronaldo su rigore. Sempre nel Gruppo H, il Dortmund non va oltre il pareggio in casa dell’Apoel, rimanendo a quota 1 e rinunciando quasi definitivamente ad ogni speranza di passaggio del turno. Tanti gol nella gare del Gruppo E, con il Liverpool che passeggia sul campo del Maribor (0-7, apre Firmino, chiude Arnold) e lo Spartak Mosca di Carrera che travolge il Siviglia 5-1, sorpassando in classifica gli spagnoli e agganciando i ‘Reds’ a 5 punti. Infine, nel Gruppo G, da sottolineare la vittoria esterna del Besiktas in rimonta sul Monaco (1-2, Falcao, doppio Tosun) che permette ai turchi – a punteggio pieno – di ipotecare la qualificazione. Monegaschi – semifinalisti della scorsa edizione – che rimangono invece a quota 1, a tre lunghezze dalla seconda posizione occupata dal Lipsia, vincente in casa contro il Porto per 3-2.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *