Il ritorno di Alino, le conferme di Siligardi e Vantaggiato


Ritorna al gol Diamanti con la maglia della Fiorentina mentre a Livorno non smettono di stupire Vantaggiato e Siligardi. A segno anche Gabbiadini a Napoli ed il redivivo Bernacci

– di Marco Vigarani –

Nuova vita in viola per Alino Diamanti (ph. Zimbio)

Nuova vita in viola per Alino Diamanti (ph. Zimbio)

La giornata degli ex rossoblù in Serie A ha i volti di due ex compagni di squadra diversi per età e caratteristiche tecniche ma accomunati da un piede mancino che fa ancora sognare. L’esordio davanti al pubblico del Franchi è da sogno per Alino Diamanti che è assoluto protagonista della gara contro l’Atalanta andando anche a segno dopo una pregevole azione per il 2-1 che si trasformerà poi in una vittoria per 3-2. Manolo Gabbiadini invece realizza la seconda marcatura consecutiva nel successo per 3-1 del suo Napoli sull’Udinese nella stessa gara in cui invece non brilla il difensore Britos. Restando nell’ambito della retroguardia fanno sicuramente un buon lavoro tanto il portiere blucerchiato Viviano quanto il centrale granata Moretti mentre non si può dire lo stesso di Zaccardo, ridicolizzato dalla Juventus nell’anticipo del sabato. Prove anonime e sconfitta anche per gli ex rossoblù (ora greci veronesi) Moras e Christodoulopoulos ma anche, a sorpresa, per il cagliaritano Ekdal.

Daniele Vantaggiato, bomber del Livorno (ph. Livorno)

Daniele Vantaggiato, bomber del Livorno (ph. Livorno)

La Serie B invece mostra ancora una volta come volti da copertina i giocatori del Livorno che ha dominato sul Bari. Se Djokovic deve lasciare il campo nel primo tempo per un infortunio, si scatenano al suo posto Siligardi e Vantaggiato: il primo con due splendidi assist ed un gol, il secondo con una doppietta che lo porta a quota 12 reti in campionato incoronandolo per ora miglior ex rossoblù in Italia. Anche Pasquato è decisivo da subentrante regalando al compagno Bjarnason l’assist per il gol del pareggio al 95esimo minuto di Pescara-Cittadella. Di Gennaro offre spettacolo in campo nel sorprendente Vicenza che ritrova anche la sicurezza dell’esperto Manfredini in difesa mentre invece a Crotone si ricorderanno a lungo l’esordio di Stojanovic tra i pali: l’ex rossoblù regala il vantaggio proprio al Bologna lasciando entrare all’incrocio dei pali il cross sballato di Laribi.

Il capitano del Bellaria Marco Bernacci (ph. Bellaria)

Il capitano del Bellaria Marco Bernacci (ph. Bellaria)

Tutti a secco invece gli ex rossoblù militanti nei tre gironi Lega Pro con Moscardelli che non trova il gol dopo una striscia positiva, Paponi ancora titolare ma a secco e Della Rocca che esordisce con la nuova maglia del Novara. I portieri Lombardi e Venturi (rispettivamente a Santarcangelo e Cremona) non rientrano neanche tra i convocati mentre invece gioca titolare Casini nel Forlì e ritorna in campo il difensore Rickler nel secondo tempo della sfida salvezza tra Savona e Prato. Una soddisfazione decisamente inattesa invece arriva dalla Serie D con il capitano del Bellaria Bernacci che appone la firma sul secondo gol con cui i romagnoli mettono al sicuro il risultato ad Abano e successivamente offre ad un compagno l’assist per il definitivo 0-3 che avvicina la salvezza anticipata.

 

TOP FLOP
Siligardi – è lui ad illuminare il gioco del Livorno con le invenzioni geniali che partono dal suo mancino: due assist al bacio ed un gol per l’ex interista Stojanovic – alla prima da titolare con la nuova maglia pensa bene di regalare il gol del vantaggio proprio al Bologna lasciando entrare in porta un cross di Laribi
Diamanti – la voglia di essere protagonista è rimasta inalterata e davanti al suo nuovo pubblico si presenta nel migliore dei modi con un gol bello ed importante Ekdal – in questa stagione ha spesso stupito per dinamismo, grinta e qualità di gioco ma nella gara contro la Roma risulta a sorpresa uno dei peggiori in campo
Gabbiadini – a Napoli come a Genova, Manolo continua a parlare la lingua del gol con una continuità che lo rende assolutamente eleggibile per la maglia azzurra Zaccardo – la sua gara condita dal gol della settimana scorsa era stata illusoria visto che contro la Juventus sfodera una prestazione da incubo
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *