In 3500 alla finale Playground dei Giardini Margherita


Arrivano in 3500 per assistere alla finale del 34° Playground dei Giardini Margherita. Vince V Magazine in una finale combattuta contro Matteiplast

DSC_0689

I ragazzi del V Magazine festeggiano la vittoria

Certe volte sembra di stare tutti dalla stessa parte. E’ il messaggio della finale della 34^ edizione del Playground dei Giardini Margherita Ottica Giulietti e Guerra. E’ il messaggio di Bologna, che in un afoso giorno di luglio si dà, senza bisogno di parlarsi, appuntamento ai Gardens per vedere il meritato trionfo di V Magazine Formosa Hotel Cosmopolitan contro la fortissima Matteiplast Alice (75-72) nobilitata dai muscoli, i centimetri e la classe di Valerio Amoroso. E’ Bologna, bellezza. Ed è così grande stasera, così stipata fra sei-sette file di spettatori, che si può stimare l’affluenza attorno ai 3.500, numeri che certi palazzi di serie A registrano solo in determinate occasioni. Michele Vitali si confonde fra la folla, in campo arbitra Vicino e viene premiato il collega Lanzarini. Nei giorni scorsi sono passati Toto Forray in campo, e fuori Gus Binelli e Jack Zatti, Peppe Poeta e Angelo Gigli, Federico Mussini e Giovanni Pini. Tantissima Fortitudo, con Lamma in testa. Ma questo è il playground, e allora decide Riccardo Castelli della Pallacanestro Ferrara, non a caso Mvp del torneo, l’infuocato finale di una partita più che corretta, intensa, sicuramente condizionata dal caldo e risolta solo nelle ultimissime curve, come la sceneggiatura non scritta del playground richiede. Oppure succede che Amoroso, incontenibile per lunghi momenti del match, venga raddoppiato e triplicato nei momenti decisivi dai ragazzi di Jack Bonora, con Piunti che gli soffia il pallone decisivo e Gasparin che mette il cesto più pesante. Piccoli particolari che fanno la differenza al termine di un match passato sempre spalla a spalla, con un massimo vantaggio di Matteiplast a +6, ma nessuna fuga vera. I vincitori avevano come piano obbligato quello di chiudere il canestro, riuscendoci con alterne fortune nel caso di Amoroso, molto meglio con Canavesi, altro temutissimo. Da Sanguinetti passa ogni pallone, anzi ogni idea di V Magazine, che non prescinde dalle giocate di Castelli. L’ala parte forte, si spegne e si riaccende nel finale, quando conta di più e quando serve ogni residua energia per andare a vincere partita e manifestazione. Dall’altra parte Venturoli mette due triple pesanti, che sullo strappetto già indicato, a fine terzo quarto, fanno pensare che il match possa cambiare. Anche perché Amoroso ci mette 12 punti consecutivi per la squadra di Roveri. E invece V Magazine resta in scia, attaccata, fino a quando non blinda l’area con Piunti. I conseguenti scarichi di Matteiplast trovano solo in Pederzini, grande sprint anche il suo, una risposta convincente, mentre Caroldi tradisce sbattendo più volte sui ferri. Così non basta, trionfa la squadra di Jack Bonora, Marinelli e del principe Steve Donati. V Magazine dimentica la beffa dello scorso anno e festeggia, ma Bologna ieri sera era bella per tutti, vincitori e sconfitti. Giorgia Bellandi, figlia di Dario, omaggia di canotta un commosso Walter Bussolari. Il torneo non può dimenticare gli amici che non ci sono più è tanto hanno fatto: i premi dedicati a lui, a Di Cesare, il ricordo di Lucio e del Cev, resteranno altri momenti importanti di una cavalcata iniziata poco meno di un mese fa. Così come la partita giocata dai Bradipi con Lamma, Pilutti e Fin. Istantanee indelebili del playground più bello d’Italia, che con i suoi organizzatori vi dà appuntamento al prossimo anno.

Il Tabellino della finale V Magazine Formosa- Matteiplast Alice 75-72 (20-20; 38-37; 54-53)

V Magazine Formosa Hotel Cosmopolitan: Politi 8, Castelli 25, Pulvirenti 2, Morara 1, Dal Pozzo 3, Lollini 5, Bianchini, Gasparin 4, Fin 2, Sanguinetti 14, Piunti 9, Ballardini 2. All. Bonora

Matteiplast Alice: Andreani, Caroldi, Lugli 7, Beccari, Venturoli 8, Seravalli 3, Legnani, Parenti, Pederzini 24, Carretti 4, Canavesi 3, Amoroso 23. All. Roveri

 

Fonte: Ufficio Stampa Playground

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *