In Austria vince Verstappen ma sorride anche la Ferrari. Controsorpasso iridato di Vettel


Verstappen vince con merito il GP austriaco ma le Ferrari completano il podio e Vettel torna primo in classifica. Doppio ko per le Mercedes

– di Alberto Bortolotti –

I commentatori più avveduti lo hanno notato da subito. Max Verstappen ha dimostrato la sua capacità di rendimento perché l’olandese, osannato a squarciagola da due tribune interamente arancioni, ha saputo gestire il blistering che è comparso sulle gomme della sua vettura senza dover fare ricorso ad una seconda sosta come è successo a Daniel Ricciardo prima del ritiro per il cedimento del motore Renault.

Verstappen vince ma il resto del podio austriaco è tutto Ferrari (ph. Zimbio)

Max il successo lo ha costruito con un’ottima partenza, quando è riuscito a mettersi in coda alle due Mercedes che avevano dato il ritmo alla prima parte della gara.

Raikkonen, sul podio, avrebbe potuto raggiungerlo? Risponde il pilota Ferrari: “Il secondo posto è un ottimo risultato per il team, ma è davvero un peccato non aver ottenuto di più perché oggi la macchina era molto forte. Nel finale mi sono avvicinato a Verstappen, è vero, ma sinceramente non so se con un giro in più sarei riuscito a superarlo“.

Non solo non ci si è annoiati a vedere le moto ad Assen, anche le auto al Red Bull Ring hanno detto la loro per quanto riguarda sorprese e fatti rocamboleschi.

Il doppio ritiro delle Mercedes, problemi idraulici per Bottas e alla pompa della benzina per il campione del mondo (ma Hamilton era comunque finito dietro causa errori di strategia) genera la vittoria del pilota di casa, ovvero targato Red Bull, che è il funambolico e spesso detestato Max Verstappen, in sostanza sempre al comando.

Non arriva in fondo nemmeno Daniel Ricciardo, ma ce la fanno, da valletti dell’olandese, le due Ferrari, con Raikkonen secondo e Vettel terzo. Quasi un miracolo per il tedesco, partito sesto e poi relegato all’ottavo posto, ma il muretto e il pilota fanno un ottimo lavoro.

Quarta e quinta le due Haas di Grosjean e Magnussen, poi le Force India di Ocon e Perez e Alonso ottavo che precede Leclerc ed Ericsson.

In classifica Vettel torna al comando di 1 punto su Hamilton. Raikkonen è terzo a -45, poi 5 punti sotto Ricciardo, e ancora a 8 e 9 punti dal finnico Verstappen e il connazionale Bottas.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *