In Qatar trionfano Rossi e le Ducati


Il primo appuntamento di MotoGP in Qatar parla italiano con la vittoria di Valentino Rossi che precede le due Ducati di Dovizioso e Iannone per una storica tripletta italiana

– di Marco Vigarani –

Valentino Rossi torna sul gradino più alto del podio (ph. MotoGP)

Valentino Rossi torna sul gradino più alto del podio (ph. MotoGP)

Dopo la festa vissuta dagli appassionati di Formula 1, la domenica italiana dei motori prosegue con il trionfo tutto tricolore in Qatar, sede del primo appuntamento del calendario di MotoGP. Nessuno si sarebbe mai aspettato di vedere sul gradino più alto del podio Valentino Rossi che a 36 anni ha conquistato il suo successo numero 109 in carriera dopo una rimonta incredibile che l’ha visto risalire dal decimo posto al termine del primo giro. Protagonista insieme a Rossi però è stata la Ducati, subito estremamente competitiva con entrambi i suoi piloti che hanno completato il podio dopo la pole position ottenuta da Dovizioso, arrivato secondo dopo una grande battaglia con l’esperto pesarese. La moto di Borgo Panigale ha dimostrato, dopo i tempi straordinari mostrati nei test prestagione, di essere addirittura già pronta per competere in gara con le rivali giapponesi ed il terzo posto di Iannone sulla Desmosedici GP15 ha chiuso la porta del podio ai tre spagnoli Lorenzo, Marquez e Pedrosa.

Splendido esordio per la Ducati che piazza Dovizioso e Iannone sul podio (ph. Ducati)

Splendido esordio per la Ducati che piazza Dovizioso e Iannone sul podio (ph. Ducati)

Una tripletta tutta italiana in MotoGP non avveniva dal 2006 quando il Giappone vide protagonisti Capirossi, Rossi e Melandri ed il Dottore con il numero 46 lo ha subito ricordato: “Questa è una bella vittoria per l’Italia con tre italiani sul podio e due Ducati, la bagarre con Dovizioso è stata esaltante e mi ha ricordato la sfida con Capirossi nel 2006. Penso che questa sia stata una delle gare più belle della mia carriera dopo essere rimasto indietro alla partenza. Vedendo che Marquez era in difficoltà ho pensato di sfruttare l’occasione e sono andato a prendere il gruppo di testa. Devo ringraziare tutto il mio team per il lavoro svolto che mi ha consentito di vincere“. Soddisfatto ovviamente anche Dovizioso che ha detto: “Che gara stupenda! Siamo arrivati ad un decimo dalla vittoria e dietro solo a Valentino: non potevamo fare di più. La mia Ducati è stata brava anche se nella prima metà non l’ho spinta al massimo delle sue potenzialità per non consumare troppo le gomme. Era da anni che non vivevo una di queste battaglie e questa giornata merita un bel nove. Non dieci perchè non ho vinto“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *