Inter e Torino quasi fuori, Fiorentina-Roma pari, bene il Napoli


Nell’andata degli ottavi di Europa League arrivano due sconfitte per Inter e Torino, Fiorentina-Roma termina 1-1 e solo il Napoli vince ipotecando la qualificazione

– di Marco Vigarani –

Il giovane De Bruyne ha asfaltato l'Inter (ph. Zimbio)

Il giovane De Bruyne ha asfaltato l’Inter (ph. Zimbio)

Si sono giocate ieri le otto gare di andata valide per l’accesso ai quarti di finale di Europa League e purtroppo non sono arrivate buone notizie per le cinque squadre italiane che si erano conquistate gli ottavi con un’impresa storica. La prima sconfitta è arrivata dalla Russia dove lo Zenit ha sconfitto 2-0 un Torino lasciato in inferiorità numerica per oltre un’ora dall’espulsione di Benassi: a segno anche l’italiano Criscito. Si era invece illusa l’Inter, passata subito in vantaggio sul campo del Wolfsburg ma poi ripresa ed impallinata 3-1 per merito di una straordinaria prestazione del talento belga De Bruyne. Credeva nel successo anche la Fiorentina impegnata nel derby fratricida contro la Roma: il gol di Ilicic ed il rigore parato da Neto a Ljajic sono però stati annullati dal colpo di testa di Keita che rimette in gioco la qualificazione. Le uniche gioie arrivano da Napoli dove una tripletta dello scatenato Higuain ha consentito agli uomini di Benitez di recuperare lo svantaggio iniziale e trionfare 3-1 sulla Dinamo Mosca.

Higuain con una tripletta ha ipotecato la qualificazione (ph. Zimbio)

Higuain con una tripletta ha ipotecato la qualificazione (ph. Zimbio)

Anche le uniche due squadre spagnole rimaste in gara sono impegnate in un doppio derby che ieri nella gara d’andata ha visto il Siviglia trionfare 3-1 sul campo del Villarreal anche per merito del gol di Vitolo, segnato dopo appena 13 secondi e 21 centesimi dal fischio d’inizio e registrato come il più rapido nella storia dell’Europa League. Continua invece la striscia positiva del Bruges, ancora imbattuto nella competizione in questa stagione, che recupera il gol siglato dal Besiktas e vince 2-1 con il contributo fondamentale del subentrato Felipe Gedoz. Successo con il minimo scarto infine per il Dnipro che sconfigge l’Ajax 1-0: qualificazione tutta da giocare la prossima settimana ad Amsterdam.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *