Inter, Icardi: “Resto qui, ripartiamo dal quarto posto”


Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Icardi giura fedeltà all’Inter tirando poi le somme della stagione che si avvia alla conclusione

– di Luigi Polce –

Gioia per Icardi dopo la rete nell'ultimo turno contro l'Empoli (ph. zimbio)

Gioia per Icardi dopo la rete nell’ultimo turno contro l’Empoli (ph. zimbio)

Sedici gol, tutti con la fascia da capitano orgogliosamente al braccio, qualche infortunio di troppo ma tanta, tantissima voglia di scrivere ancora pagine a forti tinte nerazzurre. Mauro Icardi resta all’Inter, è lui stesso a tranquillizzare tutti come emerge dalla sua intervista a La Gazzetta dello Sport: “Ho un contratto fino al 2019, rimango qui assolutamente. Io come Zanetti? Mancano tanti anni, andiamo piano piano. Io sono contento di rimanere qui e sono felice di portare la sua fascia. Se poi rimarrò tanti anni come ha fatto lui sarò ancora più contento”. La stagione si avvia verso la sua conclusione, l’Inter ripartirà dal quarto posto con l’obiettivo, quest’anno fallito, di tornare in Champions League. Fattore che potrebbe indurre qualcuno dei giocatori della rosa nerazzurra (vedi Handanovic) a fare le valigie: “Abbiamo consolidato il quarto posto nell’ultimo match di San Siro e penso che siamo tutti contenti – ha spiegato l’attaccante argentino-. Gli scontenti non si vedono nello spogliatoio, sinceramente. Siamo tutti bravi ragazzi, me compreso. Dentro lo spogliatoio questa cosa non si vede, poi se loro hanno problemi con la società e non vogliono rimanere qui devono parlare con la società”. Si ripartirà, con tutta probabilità, anche da Mancini in panchina: “Ha ancora un anno di contratto, poi di queste cose si parla a luglio. Ma sarà contento di rimanere qui perché ha creato un gruppo molto bello”. Un’ultima battuta è dedicata all’impegno contro il Sassuolo, ultimo in campionato: Icardi (infortunato) non ci sarà, ma da capitano parla a nome di tutti scacciando via i cattivi pensieri legati ad un’Inter che possa favorire gli avversari per tagliare fuori il Milan dalla corsa al sesto posto: “Non penseremo ad aiutare il Milan, ma vogliamo chiudere bene questo campionato iniziato bene e poi andato un po’ male”. 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *