Italbasket a punteggio pieno, Ucraina piegata 78-66 grazie a un super Belinelli


La nazionale guidata da coach Messina ha piegato, con più fatica del previsto, l’Ucraina di Pustovsky, salendo a quota punti in classifica assieme alla Germania, vincente contro la Georgia

-di Calogero Destro-

Marco Belinelli, trascinatore dell’Italia nella vittoria contro l’Ucraina con i suoi 26 punti (ph. FIBA.basketball)

L’Italbasket c’è, c’è ancora, anche se con maggior fatica del previsto. Dopo la vittoria all’esordio contro Israele arriva la fondamentale replica contro l’Ucraina Murzin. Il risultato finale dice 78-66 per gli azzurri, in una gara che è stata a tratti molto combattuta. Protagonista indiscusso di serata è sempre lui: Marco Belinelli. Per la guardia di San Giovanni in Persiceto il tabellino recita 26 punti, con un mostruoso 8/18 da 3 (54.4%), messi insieme grazie a dei tiri chirurgici nei momenti caldi della partita.

La partita- L’Italia entra in campo poco convinta: la difesa è disattenta e viene sistematicamente punita da sotto con Pustovyi e Kravtsov, che banchettano sulla testa dei lunghi azzurri a suon di aley oop. Il primo quarto vede chiudere avanti gli ucraini (19-16), ma nella seconda frazione Messina decide di allungare la difesa e Belinelli si accende in un lampo: 14 punti segnati negli ultimi 5′ del secondo tempo e Italia che scappa a + 10 (31-41). Ad inizio ripresa ci pensa Datome, con un paio di canestri in fila, ad allargare il divario con gli ex sovietici, che nel frattempo avevano tentato di rifarsi sotto. L’Italia gestisce bene, sembra completamente in controllo quando Rossi, Filloy e Aradori continuano a bombardare da oltre l’arco, ma un contro-parziale propiziato ancora da Pustovyi (8-0) riaccende le speranze degli ucraini (58-62 a 7′ dalla fine) che tirando col 52% all’interno del pitturato riescono a rientrare in partita. La gara viene messa in ghiaccio grazie alle stratosferiche percentuali degli azzurri dalla lunga, con il “Beli” ancora a sparare per chiudere definitivamente la pratica. L’Italia rimane a punteggio pieno nel girone, al pari della Germania, che ha piegato la Georgia e in attesa della Lituania, che stasera affronterà i padroni di casa d’Israele e domani, alle 17,30 ore italiane, proprio gli azzurri.   

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *