Italbasket, azzurri sconfitti dai russi
Ora la Svizzera


L’Italbasket perde a Cagliari contro la Russia in vista dell’Europeo del 2015. La qualificazione non è in pericolo, l’ultimo ostacolo è la modesta Svizzera: si gioca mercoledì a Bellinzona

di Massimo Righi

Cagliari – L’Italia del basket fallisce il suo match point qualificazione, venendo superata al palasport di Cagliari dalla Russia. L’Italbasket ha pagato dazio per i suoi errori e giustamente la Russia ne ha approfittato mettendo in campo il talento del suo rooster. Ma quel che rimane, fortunatamente per gli azzurri, è che la sconfitta è indolore perché una volta risolta la pratica Svizzera, la nazionale di Pianigiani andrà all’Europeo. Vero è che sarebbe stato il massimo regalare una vittoria al pubblico sardo, visto il grande entusiasmo dimostrato.

Alessandro Gentile, ha cercato di tenere in gara l'Italbasket fino alla fine

Alessandro Gentile, ha cercato di tenere in gara l’Italbasket fino alla fine

Le chiavi del match – Gli errori azzurri. Se l’Italia non ha giocato affatto male, quello che ha pesato sono però gli errori nei singoli episodi. Aradori che sbaglia una rimessa e i passi di Gentile, sono probabilmente i due momenti clou nei quali l’Italbasket ha concesso quel qualcosa in più ai russi. Eppure i passi avanti nonostante la sconfitta si sono visti, con una squadra più matura strutturata attorno ad un collettivo umile e grintoso, proprio come si è visto nelle ultime gare degli azzurri. Com’è giusto che sia anche i singoli hanno dato il loro contributo, come le giocate cattura falli di Gentile e le stoppate di Cusin e Cervi. Ma i 30 rimbalzi contro i 40 degli ospiti, sono un altro dato significativo nella sconfitta, che Pianigiani sottolineerà a fine gara puntando il dito sul non aver contrastato a dovere la fisicità dei russi.

La svolta – Con la gara in bilico sul 66 pari, prima i passi di Gentile, poi la rimessa mal giocata di Aradori, hanno permesso alla Russia di allungare a +4 per la prima volta a 80 secondi dalla fine. Dopo 17 liberi consecutivi, Gentile sbaglia, poi Datome spara a salve da tre per due volte, mancando l’aggancio. La Russia regge l’urto e mantiene il vantaggio minimio per portare a casa il match, nonostante l’ultimo tentativo disperato di provare a riprenderla da parte di  Gentile.

 

 Italia 68: Gentile A. 23, Vitali L. 3, Cusin 12, Datome 15, Cervi, Magro ne, Cinciarini 3, Gentile S. 3, Pascolo ne, Della Valle ne, Aradori 9, Polonara. All. Pianigiani. Tiri da due: 12/36 33%, Tiri da tre: 5/18 27%, Tiri Liberi: 29/31 93%, Rimbalzi: 30.

Russia 72: Kurbanov 6 (2/5,0/1), Korobkov (0/1), Vyaltsev 6 (1/5, 1/2), Sokolov, Zubkov 9 (2/4, 1/1), Khvostov 2 (1/2,0/2), Ponkrashov 22 (6/11, 2/4), Mozgov 20 (9/13), Karasev, Antonov 5 (1/1, 1/1), Voronov 2 (1/4). All. Pashutin. Tiri da due: 23/47 49%, Tiri da tre: 5/11 45%, Tiri Liberi: 11/23 48%, Rimbalzi: 40.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *