Italia, contro Malta per la prima vittoria nel 2015


L’Italia di Antonio Conte, mai vittoriosa nel 2015, ospita Malta con l’obbligo di conquistare i tre punti per avvicinare la qualificazione a Euro 2016

– di Luigi Polce –

Davide contro Golia. Immagine perfetta, forse un po’ banale, ma comunque adatta per descrivere quella che sarà la partita di stasera tra Italia e Malta all’Artemio Franchi (ore 20.45, diretta su Rai 1), valida per il gruppo H di qualificazione a Euro 2016, che attualmente vede l’Italia seconda (12 punti in 6 partite), a -2 dalla Croazia capolista, mentre Malta è fanalino di coda con un solo punto conquistato.

    Antonio Conte e Gianluigi Buffon a colloquio durante l'allenamento di ieri a Coverciano (ph. Zimbio)

Antonio Conte e Gianluigi Buffon a colloquio durante l’allenamento di ieri a Coverciano (ph. Zimbio)

Sarà un match comunque importante per testare voglia e ambizioni di una squadra, quella di Antonio Conte, ancora a secco di vittorie nel 2015 e che ha una grossa occasione per ipotecare il pass per la rassegna continentale: bisogna battere Malta e poi il 6 la Bulgaria a Palermo, sfruttando appunto il doppio fattore campo ed evitando così guai peggiori. Sarebbe davvero un peccato complicare il discorso visto e considerato il fatto che, per la prima volta, le ammesse agli Europei non saranno più 16, bensì 24, il che rende l’accesso alla manifestazione più che alla portata degli azzurri che all’andata faticarono più del dovuto per imporsi su Malta, vincendo solo 1-0 grazie alla marcatura di Graziano Pellè.

Pellè in gol nell'amichevole tra Italia e Inghilterra, disputata lo scorso 31 marzo allo Juventus Stadium e terminata 1-1 (ph. Zimbio)

Pellè in gol nell’amichevole tra Italia e Inghilterra, disputata lo scorso 31 marzo allo Juventus Stadium e terminata 1-1 (ph. Zimbio)

E proprio l’attaccante del Southampton  – 4 gol in 8 gare tra Premier e preliminari di Europa League in questo avvio di stagione – dovrebbe essere il riferimento offensivo dell’undici che scenderà in campo questa sera, in un tridente offensivo completato dal laziale Candreva e dal richiestissimo Eder, fino all’ultimo secondo di mercato cercato dall’Inter ma poi rimasto a Genova, sponda Sampdoria. L’esperimento più importante però sarà a centrocampo, dove il c.t. ha intenzione di provare a far coesistere Pirlo e Verratti. “Stando davanti alla difesa forse è limitato, meglio da interno o nel centrocampo a due” ha detto Conte proprio a proposito dell’ex Pescara, che dunque andrà ad aggiungere la sua qualità a quella del regista ex Juventus in una mediana completata dal rossonero Bertolacci. Mentre davanti a Buffon giocheranno i collaudati Bonucci e Chiellini, con Darmian e Pasqual sugli esterni.

Si gioca, come detto, a Firenze, piazza storicamente ostile ad Antonio Conte. Domani sera però andranno messi da parte rancori e antipatie, per il bene dell’Italia e della maglia azzurra.

ITALIA (4-3-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Pasqual; Bertolacci, Pirlo, Verratti; Candreva, Pelle’, Eder
A disp.: Sirigu, Barzagli, De Sciglio, Florenzi, De Rossi, Soriano, Parolo, Vazquez, Immobile, Zaza, El Shaarawy, Padelli. All. Conte

MALTA (5-3-2): Hogg; S.Zerata, Borg, Agius, Z.Muscat, Failla; Briffa, R.Muscat, P.Fenech; Schembri, Effiong.
A disp.: Haber, Bonello, A.Muscat, Camilleri, Cohen, Sciberras, Vella, Christensen, Baldaccini, Herrera, Pisani, Mifsud. All. Ghedin

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *