Italia fuori dalle Olimpiadi, le colpe anche di Messina


Ragionamenti sullo scarso apporto dato da coach Messina alla causa della Nazionale che ha fallito l’accesso alle Olimpiadi

– di Alberto Bortolotti –

Ettore Messina torna ad allenare l'Italia (ph. USA Today)

Ettore Messina è tornato ad allenare l’Italia in occasione del Preolimpico (ph. USA Today)

Nella mia carriera professionale ho avuto qualche privilegio. Uno di questi è stato coltivare l’amicizia di Ettore Messina, maturata nell’anno precedente al suo diventare head coach bianconero, quando cioè sulla panchina virtussina sedeva Bob Hill.
In quell’anno, con il coach ospite fisso a Basketime, Ettore era il traduttore, il confidente, un po’ il rivale, il predestinato.
Da lì a poco io “migrai” da Rete 7 prima al Guerino poi in Lega Basket ed Ettore in FIP. Poco prima ci si incontrava, si parlava di Virtus, e lui, immancabilmente, la buttava lì: “Che notizie hai dalla Federazione?”.
Ho conosciuto la sua prima moglie, Roberta, e l’attuale. Un giorno, credo fosse Ferragosto di 5 anni fa, facemmo il bagno assieme in piscina alla Virtus Tennis. Suo figlio Filippo era perculato dal papà perchè gran tifoso di Arbeloa. Ed Ettore fece un gran gesto – non è un generoso “naturale” – dicendomi: “Se hai voglia di venire a Madrid sei nostro ospite”. E io ci pensai, sul serio.
Credo quindi di avere qualche “stimmata” per criticarlo. Tecnicamente, s’intende. La persona non si discute. Se ci fosse un partito veramente della nazione (io non vedo l’ora!), gli chiederebbe di fare il Sindaco. Serietà fuori discussione, capacità di gestione del gruppo massima.

Messina (ph. FIP)

Messina durante un timeout con la Nazionale azzurra (ph. FIP)

Però…a fare la parte di un Pianigiani qualunque non mi è piaciuto. Cosa c’è stato di Messina in questa Nazionale azzurra?
Direi ben poco. Certo, un pò di “belvaggine” difensiva ma quella riesce a darla, con tutto il rispetto, anche Ramagli.
All’attacco la squadra ha fatto piangere. Un gioco arruffato (no, mi perdoni Sua Eccellenza Tranquillo, “a ricciolo”) sempre 1 contro 5, e ti riesce ogni tanto. Le stelle NBA…insomma, poco poco. Dice: ma Gallinari era fuori per 5 falli. Quindi? C’erano o no? E in ogni caso è un altro che spesso gioca da solo (un paio di assist splendidi, un paio…). “Step baaaack”, bello da dire, ma insomma…
Purtroppo credo sia successa una cosa banale, e cioè che Messina è un po’ invecchiato. Ci si è affidati a lui come Cristo Salvatore ma lui non è stato nemmeno capace di dire a Belinelli “chiama un gioco, cribbio, non sempre da solo!”. Poi, perchè portava palla lui e non Hackett?
Alla fine Torino 2016 laurea la stella di Melli. Se ci fossero ancora una Virtus o una Fortitudo da Reggio sarebbe venuto qui. Invece Milano e Germania. Nicolò uber alles.
Triste vedere Ettore e Jordan sconfitti. Mettiamo questo passo falso come ultima sfiga della disgraziata gestione virtussina. Sperando che la Luna Nera vada in ferie.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *