Italia, il tris è vincente: Euro 2016 ora è realtà


Trasferta vincente per la nazionale di Conte, che grazie ai gol di Eder, El Shaarawy e Darmian batte l’Azerbaigian e si qualifica aritmeticamente ad Euro 2016

– di Luigi Polce –

Missione compiuta per l’Italia di Conte, che a Baku batte 3-1 i padroni di casa dell’Azerbaigian e stacca il pass per Euro 2016 con un turno in anticipo: decidono le reti di Eder, El Shaarawy e Darmian. Contro la Norvegia, basterà un punto per portare a casa anche il primo posto nel girone.

Eder sblocca il risultato ed esulta alla sua maniera (ph. zimbio)

Eder sblocca il risultato ed esulta alla sua maniera (ph. zimbio)

L’Azerbaigian, reduce da quattro risultati utili consecutivi in gare ufficiali, non è avversario insormontabile e l’Italia vuole evitare passi falsi. Sin dai primi minuti gli azzurri prendono in mano il pallino del gioco, con i padroni di casa che dal canto loro non si limitano a difendere, proponendosi in avanti quando possibile. Bastano 11 minuti comunque all’Italia per trovare il vantaggio: Verratti illumina per Eder, che parte sul filo del fuorigioco e fulmina Agayev in uscita. Dopo cinque minuti gli azzurri potrebbero raddoppiare con Pellè, ma la conclusione acrobatica della punta del Southampton viene alzata in corner dal portiere di casa. A questo punto, i ragazzi di Conte commettono la leggerezza di rilassarsi, visto che gli avversari non creano particolari grattacapi, e subiscono così il pareggio subito dopo la mezz’ora: Nazarov, dopo un doppio errore della coppia Bonucci-Chiellini, raccoglie una palla sporca al limite e sorprende Buffon per il gol del pari. L’Italia non ci sta, e dopo qualche minuto di smarrimento torna a premere alla ricerca del nuovo vantaggio. Ci prova due volte El Shaarawy tra il 35’ e il 37’, senza fortuna, il terzo tentativo invece è quello giusto: Eder serve con un filtrante Candreva, che appoggia all’attaccante ex Milan il quale deve solo spingere in rete (43′). Seconda marcatura in azzurro per El Shaarawy, Italia avanti all’intervallo.

La gioia di Matteo Darmian, al primo gol con la maglia dell'Italia (ph. zimbio)

La gioia di Matteo Darmian, al primo gol con la maglia dell’Italia (ph. zimbio)

La ripresa regala molte meno emozioni rispetto alla prima frazione: Italia in totale controllo, Azerbaigian praticamente mai davvero pericoloso. Un solo gol però divide le due squadre, Eder allora prova a chiudere la pratica al minuto 61. L’attaccante della Sampdoria riceve un gran lancio di Parolo e col cucchiaio supera Agayev, peccato che proprio sulla linea Sadygov arriva a spazzare via il pallone, soffocando la gioia della doppietta all’italo-brasiliano. Poco male, perché dopo 4 minuti arriva davvero il tris: lo firma Darmian, che approfitta di una leggerezza della difesa azera e dal limite trafigge il portiere di casa. La partita praticamente finisce lì, l’ultima vera emozione la regala Giovinco (subentrato al 78’ ad Eder), che fa espellere Huseynov, si guadagna un fallo dal limite e calciando la stessa punizione coglie la traversa.

E’ la prima volta che l’Italia di Conte segna tre reti in una sola partita, e adesso si può cominciare a programmare l’Europeo. Per la prossima estate, intanto, non prendete impegni: si va in Francia, si va ad Euro 2016!

Azerbaigian (4-1-4-1): Agayev; Medvedev, Huseynov, R. Sadygov, Dashdemirov; Garayev, Ismailov (46′ st Mirzabekov), Amirguliyev, Eddie (20′ st R.A. Sadygov), Nazarov; Gurbanov (29′ st Erat) A disp.: A. Mammadov, Nazirov, Pashayev, Abışov, Guliyev, E. Mammadov, Hajiyev, Jafarov. All.: Prosinecki
Italia (4-4-2): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Candreva (43′ st Montolivo), Parolo, Verratti,  El Shaarawy (29′ st Florenzi); Pellè,  Eder (34′ st Giovinco). A disp.:  Sirigu, Padelli, Barzagli, Santon, Bonaventura, Bertolacci, Soriano, Zaza, Quagliarella. All.: Conte

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *