Italia, sotto con la Spagna! Conte vara il 3-4-3, spazio a Giak?


Test molto importante questa sera per l’Italia, che a Udine affronta la Spagna in amichevole. Chance importante per tanti calciatori che devo guadagnarsi la riconferma per Euro 2016

– di Luigi Polce –

Florenzi ieri in conferenza stampa (ph. zimbio)

Florenzi ieri in conferenza stampa (ph. zimbio)

A poco più di due mesi dalla rassegna continentale, per l’Italia di Antonio Conte è tempo di fare sul serio: questa sera (20:45) a Udine gli azzurri saranno impegnati in un test contro la Spagna di Del Bosque, utile per oliare gli ingranaggi un po’ arrugginiti ma soprattutto chance importante per coloro che devono ancora guadagnarsi un posto sull’aereo che porterà in Francia, e non sono pochi. Scorrendo infatti la lista dei 28 convocati, sicuri di una conferma anche per l’Europeo sono: i tre portieri; i difensori Bonucci, Barzagli e Darmian; Florenzi, Parolo e Verratti in mediana; Eder, El Shaarawy, Pellè per l’attacco. Tutti gli altri sono più o meno in bilico, a cominciare dalle novità Jorginho, Thiago Motta e Bernardeschi, quest’ultimo convocato certamente per le belle cose mostrate con la maglia della Fiorentina, ma anche per le sue doti in chiave duttilità, concetto che Conte ha messo al centro del suo progetto come evidenziato nella conferenza stampa di ieri.

Finale Euro 2012: l'Italia di Prandelii demolita dalla Spagna con un 4-0 senza storia (ph. gazzetta)

Finale Euro 2012: l’Italia di Prandelii demolita dalla Spagna con un 4-0 senza storia (ph. gazzetta)

Per quanto riguarda la sfida alla Spagna, si va verso un 3-4-3 che dovrebbe essere composto dal seguente undici, pur sottolineando il fatto che il c.t. ha ruotato diversi uomini negli allenamenti dei giorni scorsi: Buffon tra i pali; in difesa spazio a Darmian, Bonucci e Astori; nel centrocampo a 4 certo di un posto Florenzi, largo a destra, con Parolo e Thiago Motta che agiranno per vie centrali e il bolognese Giaccherini al momento favorito per interpretare il ruolo di esterno sinistro; nel tridente offensivo invece, favoriti Candreva, Pellè ed Eder, con El Shaarawy che scalpita dopo l’ottimo impatto avuto a Roma, sponda giallorossa. Il bilancio contro gli iberici, vincitori delle ultime due edizioni degli Europei, è al momento in assoluto equilibrio: 10 vittorie azzurre, 10 ko e 13 pareggi, con l’ultimo precedente di una certa consistenza risalente al 4-0 che la Spagna rifilò all’Italia, allora allenata da Cesare Prandelli, nella finale di Euro 2012. Per trovare invece l’ultima vittoria italiana di rilievo occorre tornare indietro fino a Usa ’94, quando nei quarti dei Mondiali la Nazionale di Sacchi eliminò la Roja: era il 9 luglio 1994, e un gol di Roberto Baggio al minuto 88 fissoò il punteggio sul definitivo 2-1, dopo il vantaggio di Dino Baggio e l’autorete di Benarrivo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *