Juve a secco, il City si avvicina. Incertezza negli altri gironi


Solo 0-0 per i bianconeri contro il Monchengladbach, il City batte il Siviglia e si avvicina. Finisce a reti bianche anche Psg-Real Madrid, mentre negli altri gironi regna l’incertezza

– di Luigi Polce –

La Juve va a sbattere contro il muro Monchengladbach (ph. UEFA)

La Juve va a sbattere contro il muro Monchengladbach (ph. UEFA)

Prosegue il momento poco felice della Juventus, che dopo lo 0-0 di San Siro contro l’Inter nell’ultimo turno di campionato incappa in un altro pareggio a reti bianche, stavolta in casa e contro il Borussia Monchengladbach, fanalino di coda del gruppo D che però veniva da 4 vittorie consecutive in campionato in seguito al cambio di guida tecnica con Schubert che ha preso il posto di Favre. Nulla da fare dunque per Morata (alla caccia del sesto gol consecutivo in Champions League) e compagni, i bianconeri restano comunque primi nel girone ma vengono avvicinati dal Manchester City, salito a quota sei dopo la vittoria interna contro il Siviglia: spagnoli avanti alla mezzora con la rete dell’ex Dnipro Konoplyanka e raggiunti dopo 6′ dall’autogol di Rami, un passato recente nel Milan. In pieno recupero poi, ci pensa “mister 70 milioni” De Bruyne a regalare un successo preziosissimo agli uomini di Pellegrini.

Senza vincitori nè vinti anche il big match di giornata tra Paris Saint Germain e Real Madrid, nonostante la presenza in campo di fenomeni del calibro di Ibrahimovic, Cristiano Ronaldo, Cavani, Isco, Di Maria e compagnia. Le due formazioni proseguono dunque a braccetto in testa al girone A, dove al terzo posto a sorpresa c’è il Malmoe, che ha battuto per una rete a zero il più quotato Shakhtar grazie ad una rete di Rosenberg (Djurdjic ha fallito anche il rigore del possibile raddoppio).

Ancora in gol l'ex Roma Doumbia (ph. UEFA)

Ancora in gol l’ex Roma Doumbia (ph. UEFA)

Cambio della guardia in testa al gruppo B, dove adesso comandano i tedeschi del Wolfsburg dopo la netta vittoria sul Psv firmata Dost e Kruse. I lupi volano a sei punti in classifica, scavalcando Manchester United e CSKA Mosca che hanno pareggiato per 1-1: in terra russa, i padroni di casa vanno in vantaggio dopo appena un quarto d’ora grazie all’ex Roma Doumbia, abile a raccogliere un pallone vagante in area dopo l’errore dal dischetto di Eremenko. Nella ripresa l’ex Monaco Martial rimette in equilibrio il risultato con il suo primo gol in Champions League, al ritorno all’Old Trafford le due compagini si giocheranno una grossa fetta di qualificazione.

Nel girone C infine, la sfida tra ex interisti Julio Cesar e Podolski se la aggiudica il tedesco, che con il suo gol d’esterno permette al Galatasaray di battere un Benfica sin qui a punteggio pieno e di restare ancora in corsa per la qualificazione agli ottavi. Portoghesi che già dopo due minuti si erano portati sull’1-o per via del solito Gaitan, raggiunto poi dal rigore di Inan, eroe nella qualificazione della Turchia al prossimo Europeo. Poi appunto è arrivato il gol partita di Podolski. Galatasaray a 4 punti, due lunghezze dietro appunto al Benfica e all’Atletico Madrid, che con un facile poker ha demolito le resistenze dell’Astana. 

Gruppo A Punti Gruppo B Punti Gruppo C Punti Gruppo D Punti
Real Madrid 7 Wolfsburg 6 Benfica 6 Juventus 7
Psg 7 Manchester United 4 Atletico Madrid 6 Manchester City 6
Malmoe 3 CSKA Mosca 4 Galatasaray 4 Siviglia 3
Shakhtar Donetsk 0 PSV 3 Astana 1 Borussia Monchengladbach 1
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *