Juve soffocata dal Siviglia. Monaco corsaro a Wembley, Morata salva il Real


Va in archivio la 2^ serata di Champions con la Juventus bloccata dal Siviglia e il Real salvato da Morata. Sorridono Leicester, City e Dortmund

– di Edoardo Frati –

La Juventus non va oltre lo 0-0 con il Siviglia (ph. Uefa)

La Juventus non va oltre lo 0-0 con il Siviglia (ph. Uefa)

Dura poco meno di mezz’ora la prova di forza della Juventus formato Champions. Il tempo di sprecare almeno due occasioni nitidissime con Khedira, creare altrettante situazioni pericolose ispirate da un Dybala regista avanzato e poi, minuto dopo minuto, affievolire la propria morsa offensiva su un Siviglia duttile nel riorganizzare il proprio foltissimo comparto difensivo e soffocare il gioco via via più sterile dei bianconeri. A dire il vero si tratta di una trama di gioco già sperimentata – con successo – in campionato, quella di partire forte, fortissimo, strapazzando l’avversario per i primi 20 minuti indipendentemente che quest’ultimo si chiami Sassuolo o Siviglia e gestendo poi il resto della gara con relativa tranquillità. La differenza è stata che nell’ultima giornata di campionato lo sforzo iniziale ha prodotto alla Juventus tre gol in 15 minuti, oggi no. E non perché le iniziative dei campioni d’Italia si siano scontrate contro un muro invalicabile, ma perché arrivati davanti al portiere le individualità bianconere (Khedira e Higuain i più pericolosi) non hanno convertito le occasioni in rete. Grande merito va dato anche al Siviglia: Sampaoli corona un capolavoro tattico impiegando tutti i suoi effettivi per larga parte della partita dietro la linea del pallone, coprendo ogni metro e ogni linea di passaggio del rettangolo di gioco dello Juventus Stadium, che diventa col passare del tempo sempre più stretto e claustrofobico per i palleggiatori juventini. Ecco allora che Allegri si accorge (forse in ritardo) di essere caduto nel bluff spudorato di Sampaoli, che alla vigilia aveva parlato di un Siviglia propositivo, motivo per il quale il tecnico toscano aveva preferito la quantità di Asamoah alla qualità di Pjanic e l’esperienza di Evra all’esuberanza di Alex Sandro. La staffetta tra i quattro imputati arriva al 68’ quando la partita è addormentata da un pezzo: Pjaca deve aspettare addirittura l’86’ per provare ad incidere. La traversa sulla fucilata di testa di Higuain e il paratone di Rico su Alex Sandro a 90+2’ non sono altro che segnali tangibili della serata amara della Juve che sognava un esordio diverso davanti ai propri tifosi, ma ha evidentemente ancora bisogno di trovare la giusta sintonia tra i suoi super interpreti, nuovi e vecchi.

Decisivo un gol di Morata per il Real Madrid (ph. Uefa)

Decisivo un gol di Morata per il Real Madrid (ph. Uefa)

Con Juventus e Siviglia bloccate sul pareggio non si fa pregare il Lione, che spazza via la Dinamo Zagabria con un netto e brillante 3-0. Un ex-juventino, Morata, regala invece la vittoria al Real Madrid, sotto 0-1 contro lo Sporting Lisbona fino all’88’, minuto nel quale Ronaldo decide di regalarsi e regalarci un eurogol su punizione che gli mancava da tempo. Quattro minuti dopo, a tempo praticamente scaduto, proprio l’attaccante madrileno classe ’92 trova lo spunto vincente che manda in delirio il Bernabeu e lascia l’amaro in bocca ai suoi ex tifosi bianconeri, oggi orfani di gol. Nelle altre partite del mercoledì molto bene il Leicester, che all’esordio in Champions League schianta il Brugge a domicilio (0-3), ritrovando lo spirito magico della scorsa stagione apparentemente annebbiato in questo inizio di Premier. Risultati larghissimi anche per il City (4-0) nel recupero della gara di ieri contro il Monchengladbach e per il Dortmund, che vince il set 6-0 contro i malcapitati del Legia Varsavia, a segno tutte firme diverse. A completare il tabellone, oltre ai pareggi di CSKA Mosca – Leverkusen (2-2) e Porto – Copenhagen (1-1), la vittoria del Monaco sul Tottenham a Wembley (1-2), vera sorpresa di serata.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *