Juventus-Bologna 3-1, le pagelle


Nel Bologna ancora in gol Mounier e ancora pessima la prestazione di Destro. In mezzo un buon tandem Pulgar-Diawara ma non basta. Juventus vincente con il minimo sforzo e l’aiuto dell’arbitro

– di Marco Vigarani –

Mirante 6 – Nel primo tempo salva il risultato in almeno un paio di occasioni ma non appare perfetto nel posizionamento sul gol di Morata. Ancora buone cose anche nella ripresa ma anche un’ingenuità fortunatamente non pagata.

Ferrari 6 – In teoria il Bologna dovrebbe sbandare proprio dalla sua parte ma affronta la sfida contro Pogba con il piglio del veterano e non affonda mai nonostante le ovvie difficoltà. Altra bella prova di maturità per lui che paga ingiustamente con un rigore inventato.

Daniele Gastaldello, difensore rossoblù

Daniele Gastaldello è tornato in campo con la fascia di capitano

Gastaldello 5,5 – Offre complessivamente sicurezza al reparto ma mostra anche segnali di ruggine contro avversari atleticamente più forti e più giovani, Dal 48′ Rossettini 5 – Dal momento del suo ingresso la difesa inizia a sbandare pericolosamente e lo dimostra il suo errato posizionamento sul gol di Khedira che chiude i conti.

Oikonomou 6 – Alcuni salvataggi provvidenziali per mantenere a galla il suo Bologna ma da solo non può reggere l’urto con la Juventus. Sul gol di Morata condivide qualche colpa con Gastaldello ma la deviazione di Rizzo spiazza tutta la retroguardia.

Masina 5,5 – Bellissimo l’assist con cui pesca Mounier per il gol del vantaggio ma poi sparisce ed in difesa le sue lacune diventano sempre più evidenti con il passare dei minuti. Sul 3-1 regala metri a Khedira con l’ingenuità di un dilettante.

Diawara 6 – Primo tempo di grande sostanza per il baby centrocampista del Bologna che non si fa intimorire dall’avversario e cerca sia l’anticipo in copertura che la giocata di prima in fase di possesso. Si spegne a gara in corso.

Pulgar 6 – Meno appariscente del compagno di mediana ma offre un prezioso aiuto in entrambe le fasi di gioco formando una coppia inedita ma ben assortita in una gara difficilissima. Dal 70′ Brighi SV.

L'esultanza di Anthony Mounier: il suo primo gol in Italia vale i tre punti al Bologna (ph. zimbio)

Terzo gol in rossoblù per Anthony Mounier (ph. zimbio)

Mounier 6,5 – Terzo gol per il francese pescato da Corvino a fine mercato. Il suo tempismo viene premiato da una papera di Buffon che illude il Bologna ma anche il resto della gara dell’esterno è positivo per dedizione e spirito di sacrificio.

Brienza 6 – Il trequartista torna al suo posto di regista avanzato e cerca di illuminare il gioco con qualche invenzione ma non riesce a dare continuità alla sua azione. Dal 76′ Falco SV.

Rizzo 5 – Altra prova incolore per l’ex sampdoriano che mette anche il piede nella deviazione del cross che porta al pareggio di Morata. Per il momento sembra un investimento inutile che non sta ripagando lo sforzo del Bologna, purtroppo non l’unico.

Destro 4,5 – Ecco il vero mistero di questo Bologna di inizio stagione. Non solo è assente dalla classifica marcatori ma lo è soprattutto dalla manovra dei rossoblù: si nasconde, attende il pallone senza aiutare i compagni e continua a farsi ammonire inutilmente.

Rossi 5,5 – Dimostra coraggio nel confermare la linea verde e viene premiato soprattutto dai due mediani che non sbandano mai. La sua pecca più grave però è non avere dato un’identità al suo Bologna e non essere ancora riuscito a mettere in condizioni Destro di segnare nemmeno un gol. Servono idee per ribaltare la situazione e polso per non perdere uno spogliatoio ovviamente demoralizzato.

Juventus 6 – Massimo risultato con il minimo sforzo per gli uomini di Allegri che pareggiano con una deviazione e passano in vantaggio con un calcio di rigore regalato dall’arbitro come nella migliore tradizione del calcio italiano. L’ennesima prova del servilismo dei fischietti ai colori bianconeri non suscita però adeguato sdegno nella dirigenza felsinea, pronta però a recriminare solo sette giorni fa.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *