Juventus corsara a Oporto con Pjaca-Alves, il Siviglia batte 2-1 il Leicester


La Juventus batte il Porto in trasferta ed il Siviglia regola per 2-1 il Leicester nella seconda giornata di Champions League

– di Edoardo Frati –

Marko Pjaca in gol in Porto-Juventus (ph. UEFA)

La Juventus vince a domicilio all’Estadio do Dragao per 2 reti a 0 contro un Porto coraggioso ma sprovveduto e mette (quasi) in ghiaccio il discorso qualificazione, ipotecando un posto nelle migliori otto d’Europa. Un posto tra le grandi legittimato da una prova solida e convincente in terra portoghese, laddove il vantaggio numerico per più di un’ora (folle doppio giallo di Telles completato tra il 25’ e il 27’ del primo tempo) poteva in realtà essere sfruttato per acquisire un risultato più largo. Dopo un inizio di gara e una prima frazione generalmente un po’ di titubante, la squadra di Allegri ha banchettato nella metà campo del Porto per tutto il secondo tempo, trovando il gol solo al 72’ con Pjaca: il giovante talento entra al 67’ e col primo tiro in porta va a segno, rimediando all’imprecisione di serata di Dybala (un palo) e Higuain (un palo sfiorato). Un minuto dopo il gol, Allegri completa la serata da fantallenatore buttando dentro anche Dani Alves, il quale segna appena 60 secondi dopo, al primo pallone utile giocato. Dunque gol qualificazione arrivati da due cambi nel giro di 5 minuti e un’altra tirata d’orecchie a Bonucci, quasi ilare nella sua seduta sul suo “sgabello delle punizioni” in tribuna di fianco a Nedved, Agnelli e Marotta. Ritorno il 14 marzo allo Juventus Stadium.

Molto più aperto rimane invece l’altro featuring di serata, col Siviglia che batte 2-1 in casa un Leicester alle corde ma mai arrendevole: la squadra di Sampaoli effettua la solita partenza aggressiva davanti al proprio pubblico, procurandosi un rigore – sbagliato dall’ex Samp Correa – e portandosi avanti di due gol, con Sarabia al 25’ e proprio con Correa a inizio secondo tempo, su assist spettacolare di Jovetic. Le foxes rimangono in qualche modo in partita e tengono in piedi la qualificazione con il gol speranza di Vardy, il quale mantiene intatti i sogni degli attuali Campioni d’Inghilterra e completa la fantastica “escalation del gol” dell’attaccanti inglese, che ha ora segnato in tutte le categorie in cui ha giocato (Non-League, Championship, Premier League, Nazionale, Europei, Champions League).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *