Juventus ko, è seconda. Real da record, United in EL


 Ai bianconeri bastava un punto per il primato nel girone, ma un gol di Llorente complica i piani degli uomini di Allegri, sorpassati dal Manchester City. Il Real ne fa 8 al Malmoe, il Manchester United invece retrocede in Europa League

– di Luigi Polce –

La zuccata vincente dell'ex Llorente, che castiga la Juventus (ph. gazzetta)

La zuccata vincente dell’ex Llorente, che castiga la Juventus (ph. gazzetta)

Bastava solo un punto, ad una Juventus già qualificata agli ottavi, per garantirsi il primo posto nel gruppo D e soprattutto un sorteggio morbido in vista del prossimo turno. Al Siviglia invece, serviva come il pane una vittoria per tenere vive le speranze di sorpasso ai danni del Monchengladbach, con la possibilità dunque di proseguire il cammino in Europa League. Probabilmente le motivazioni degli uomini di Unai Emery alla fine hanno fatto la differenza: 1-0 per gli andalusi recita il finale, match deciso dal classico gol dell’ex di Fernando Llorente, trasferitosi in estate in Spagna proprio via Juve. Ko che fa male alla banda di Allegri, relegata in seconda posizione dalla vittoria in rimonta del Manchester City, sotto contro il Monchengladbach fino a 10′ dal termine. O meglio, fino a quando non si è svegliato Raheem Sterling, autore di una preziosa doppietta prima del 4-2 finale siglato da Bony. Ora per i bianconeri il discorso si complica, gli avversari nell’urna sono da brividi: Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, tanto per citarne tre.

Quattro gol per Ronaldo nella storica serata del Real (ph. scotsman)

Quattro gol per Ronaldo nella storica serata del Real (ph. scotsman)

Proprio il Real Madrid, già con il pass per gli ottavi in mano, ha deciso di strafare vincendo addirittura per 8-0 contro il malcapitato Malmoe: 4 gol per Ronaldo, 3 per Benzema e uno per l’ex Inter Kovacic disegnano una serata da record, con Benitez che eguaglia sé stesso visto che nel novembre del 2007, ai tempi in cui allenava il Liverpool, aveva strapazzato con lo stesso risultato il Besiktas. Madrileni primi a 16 punti, 3 in più del Paris Saint Germain che chiude il girone A con un comodo 2-0 sullo Shakthar, retrocesso in EL, con le firme di Lucas e del solito Zlatan Ibrahimovic.

Succede di tutto invece nel gruppo B, che emana la sentenza più clamorosa della serata: il Manchester United è fuori dalla Champions. I Red Devils infatti, nonostante un mercato estivo faraonico e un girone piuttosto alla portata, almeno sullla carta, non riescono a fare meglio del terzo posto, maturato anche e soprattutto dopo la sconfitta di ieri sul campo del Wolfsburg, che si impone 3-2 per via di una doppietta di Naldo, di professione difensore centrale. I “lupi” vincono invece il girone, davanti al Psv che soffre contro il CSKA Mosca ma alla fine riesce a strappare l’importante successo (2-1 con de Jong e Proepper che rispondono al rigore di Ignashevich).

Nel girone C infine, l’Atletico Madrid va a prendersi il primo posto a Lisbona battendo 2-1 i padroni di casa del Benfica: Saul e Vietto costruiscono il successo, il gol di Mitroglou non basta ai lusitani per pervenire al pareggio. Benfica comunque secondo e agli ottavi, mentre nello scontro diretto per l’Europa League il Galatasaray rischia con l’Astana, va in svantaggio ma poi viene salvato dal suo capitano Selcuk Inan, vero e proprio uomo della provvidenza: un suo gol ha portato la Turchia dritta all’Europeo di Francia 2016. Insomma, è uno che sa come si fanno i gol di un certo peso.

Gruppo A Punti Gruppo B Punti Gruppo C Punti Gruppo D Punti
Real Madrid 16 Wolfsburg 12 Atletico Madrid 13 Manchester City 12
PSG 13 PSV 10 Benfica 10 Juventus 11
Shakhtar 3 Manchester United 8 Galatasaray 5 Siviglia 6
Malmoe 3 CSKA 4 Astana 4 Monchengladbach 5
Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *