Khedira bomber della Juventus; Kolarov sinistro letale


Top e Flop della 9^ giornata di Serie A 2017-18

– di Francesco Ferrari –

TOP

Sami Khedira ha segnato una tripletta contro l’Udinese (ph. Forzajuve.org)

Khedira (Juventus): una tripletta da incorniciare. Dopo aver portato in vantaggio i suoi segnando la rete del momentaneo 1-2, si trova a giocare ancora più vicino all’area di rigore, complice l’espulsione di Mandzukic, trovando così altre due reti che permettono alla Juve di affondare l’Udinese davanti al proprio pubblico. In attesa di ritrovare il vero Higuain, Allegri ha il suo bomber alternativo;

Kolarov (Roma): risolve la partita con una punizione che a molti ricorderà quelle tirate dal connazionale Mihajlovic, che però siede come allenatore sulla panchina degli avversari. Un sinistro letale che permette alla Roma di guadagnare altri tre punti fondamentali per mantenersi in lotta per la zona Champions;

Handanovic (Inter): con le sue parate tiene a galla l’Inter al San Paolo, mantenendola così anche al 2° posto in classifica. Strepitoso il suo doppio intervento su Callejon e Mertens; è in serata di grazia ed alza un muro invisibile davanti alla porta neroazzurra, negando il gol al belga anche nel finale di gara.

FLOP

Continua il periodo nero di Bonucci, espulso per una gomitata dopo soli 24′ (ph. Zimbio)

Bonucci (Milan): continua il periodo no del difensore di Montella. Il nervosismo accumulato per le tante critiche si fa sentire e rifila una gomitata in faccia a Rosi in mischia, giudicata dal VAR e mertitevole del rosso diretto. Lascia così i rossoneri in 10 uomini dopo soli 24′ di gioco e la squadra, nonostante tanta buona volontà, non andrà oltre lo 0-0. Chissà cosa avrà pensato Franco Baresi, storico capitano del Milan, presente in tribuna allo stadio;

Samir (Udinese): con un maldestro colpo di testa regala alla Juve la rete dell’1-1, subito dopo il vantaggio di Perica. Autorete evitabile, che toglie subito ai compagni l’entusiasmo per il precedente vantaggio;

Cordaz (Crotone): pomeriggio da dimenticare per l’estremo difensore dei pitagorici; incassa ben cinque reti dalla scatenata Sampdoria; regala letteralmente a Kowancki la rete del 5-0 rinviando addosso al giovane attaccante blucerchiato che, appena entrato, segna e ringrazia.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *